Referendum blocco ingresso frontalieri, Maroni: Lombardia pronta a contromisure

maroni gobbi“A partire da lunedì, la Regione Lombardia predisporrà le adeguate contromisure per difendere i diritti dei nostri concittadini lavoratori”: l’assicurazione è del presidente della Regione, Roberto Maroni, dopo l’esito della consultazione in Canton Ticino sui frontalieri. “Canton Ticino ha votato per bloccare l’ingresso a decine di migliaia di lavoratori lombardi (lavoratori, non immigrati clandestini) che – ha scritto Maroni sul suo profilo Facebook – ogni giorno attraversano il confine per lavorare (regolarmente) in Svizzera. L’esito del referendum è chiaro: il popolo sovrano si è espresso, viva la democrazia diretta. Accettiamo l’esito del referendum, naturalmente, ma vigileremo perché ciò non si traduca in una lesione dei diritti dei nostri concittadini lombardi o (peggio) nell’introduzione di discriminazioni o violazioni delle norme che tutelano i nostri lavoratori”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Caro Maroni,
    invece di minacciare renzianamente gli Svizzeri ( che fai, gli mandi indietro l’acqua del Ticino ?) pensa a mantenere le TUE promesse elettorali.
    O Roma ti ha convinto che nel TUO interesse meglio lasciar perdere.
    Guarda che quelle promesse non ce le siamo dimenticate!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Indipendenza Veneta: Gli Stati Generali di Belluno-Dolomiti. Basterebbe un 160° di quanto versato a Roma per salvare il territorio

Articolo successivo

Terra Insubre: Gli Orobi, alle radici delle genti bergamasche