Referendum blocco ingresso frontalieri, Maroni: Lombardia pronta a contromisure

maroni gobbi“A partire da lunedì, la Regione Lombardia predisporrà le adeguate contromisure per difendere i diritti dei nostri concittadini lavoratori”: l’assicurazione è del presidente della Regione, Roberto Maroni, dopo l’esito della consultazione in Canton Ticino sui frontalieri. “Canton Ticino ha votato per bloccare l’ingresso a decine di migliaia di lavoratori lombardi (lavoratori, non immigrati clandestini) che – ha scritto Maroni sul suo profilo Facebook – ogni giorno attraversano il confine per lavorare (regolarmente) in Svizzera. L’esito del referendum è chiaro: il popolo sovrano si è espresso, viva la democrazia diretta. Accettiamo l’esito del referendum, naturalmente, ma vigileremo perché ciò non si traduca in una lesione dei diritti dei nostri concittadini lombardi o (peggio) nell’introduzione di discriminazioni o violazioni delle norme che tutelano i nostri lavoratori”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Indipendenza Veneta: Gli Stati Generali di Belluno-Dolomiti. Basterebbe un 160° di quanto versato a Roma per salvare il territorio

Articolo successivo

Terra Insubre: Gli Orobi, alle radici delle genti bergamasche