Recidivi. Le toghe: punire i giudici che sbagliano non è una priorità

di BRUNO DETASSIStribunale

A volte le notizie si commentano da sole. Davanti alla legge sulla responsabilità civile dei magistrati, uno dei commenti registrato è questo: “Il grande disagio della magistratura italiana sta nell’ordine delle priorità. I magistrati che tutte le mattine si sforzano di mandare avanti la macchina della giustizia ridotta in queste condizioni vedono anteporre la responsabilità civile alle riforme per l’efficienza”. A dirlo è stato il vicepresidente dell’Anm, Valerio Savio, tornando sulla legge in materia di responsabilità civile nel corso di un convegno a piazzale Clodio.

Ogni parola in più è superflua.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Per la casta priorità la cittadinanza agli stranieri. Per ultimo via i vitalizi ai condannati

Articolo successivo

Rimborsopoli lombarda, il pm: la politica fatta nei ristoranti, volontà opaca di approfittare