Radio Tirana (Padania) e le “purghe” sul voto disgiunto

di TONTOLO

L’incontro di venerdì scorso al Cavalieri fra Bassani, Maroni e Oneto è stato trasmesso in diretta da Radio Padania Libera scatenando un delirio di reazioni. Per tutto il pomeriggio i conduttori sono stati subissati da domande sul “voto disgiunto” di cui si era parlato al convegno. I conduttori che si sono succeduti si sono inventati – imbarazzatissimi – le risposte più fantasiose: che è complicato, che non conviene o addirittura che è contro la legge. La mattina dopo, intervistato a proposito del voto disgiunto su cui si stanno impegnando i suoi avversari, Maroni ha detto che non ci sono vie di mezzo: o si vota l’uno o l’altro. Qualcuno dovrebbe spiegargli che le elezioni in Lombardia si giocano su una manciata di voti e che saranno quasi sicuramente voti disgiunti. Ma allora è vero che vuole perdere per tornare a fare l’avvocato della Avon?

Domenica sera il convegno è stato ritrasmesso da Radio Padania ma debitamente censurato da tutti gli interventi che non fossero proprio ossequiosi nei confronti del Segretario. Una volta c’era Radio Tirana che faceva queste cose. Si vede che l’Università Kristal distribuisce anche lauree in giornalismo.


Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Energia: consumi sempre in calo. E il consumatore cambia gestore

Articolo successivo

ENERGIE RINNOVABILI: 220 MILIARDI DI INCENTIVI, CHE PAGHEREMO IN BOLLETTA