Putin annuncia la mobilitazione contro l’Occidente

Al via da oggi la “mobilitazione parziale” dei riservisti in Russia: lo ha annunciato il presidente russo Vladimir PUTIN in un discorso trasmesso in tv in cui ha giustificato la decisione con l’obiettivo “di difendere il nostro territorio, il nostro Paese”. Per PUTIN “l’obiettivo dell’Occidente, che non vuole la pace in Ucraina, è l’indebolimento e la distruzione della Russia” come già avvenuto con l’Unione Sovietica. Quanto all’attacco all’Ucraina, “gli obiettivi principali dell’operazione speciale rimangono invariati”, una operazione che “era necessaria per combattere i nazisti e liberare il Donbass, oggi quasi completamente liberato”. PUTIN ha poi ribadito il “sostegno ai popoli” delle quattro regioni che dovrebbero tenere un referendum per l’annessione a Mosca: “La Russia farà di tutto per garantire lo svolgimento dei referendum”. Il presidente russo ha quindi lanciato un minaccioso richiamo sul ricorso alle armi nucleari: “L’Occidente ha superato oltre i limiti dell’aggressione alla Russia. Sono loro a ricattarci sull’uso delle armi atomiche. Ma all’Occidente dico: abbiamo tanissime armi con cui rispondere. E useremo ogni strumento per difendere il nostro popolo”

Accusando l’Occidente di voler “indebolire, dividere e distruggere” la Russia, PUTIN ha poi puntato il dito contro chi “già dice apertamente che sono riusciti a dividere l’Unione Sovietica nel 1991 e ora è arrivato il momento per la Russia di frantumarsi in una moltitudine di regioni ed aree fatalmente ostili le une alle altre”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Giallo sull'annuncio di Putin. Discorso solo rinviato?

Articolo successivo

Bernardelli: Sanità di serie A e B. Si vede che i politici non vanno mai in ospedale... I governatori del Nord non hanno nulla da dire?