Provino ancora a scomunicare il Nord prudente sui migranti

vaticanodi BENEDETTA BAIOCCHI – Regaliamo ai politici distratti sul fronte migrazioni, uno spunto, dal Catechismo della Chiesa cattolica. Potrà servire loro quando vescovi e cardinali  li investiranno di scomuniche davanti a politiche di contenimento dei flussi, a tutela delle loro comunità territoriali.

Buona lettura, non servono traduzioni o circolari esplicative.

Art.2241 – Le nazioni più ricche sono tenute ad accogliere, NELLA MISURA DEL POSSIBILE, lo straniero alla ricerca della sicurezza e delle risorse necessarie alla vita, che non gli è possibile trovare nel proprio paese di origine. I pubblici poteri avranno cura che venga rispettato il diritto naturale, che pone l’ospite sotto la protezione di coloro che lo accolgono. Le autorità politiche, in vista del BENE COMUNE, di cui sono RESPONSABILI, possono SUBORDINARE l’esercizio del diritto di immigrazione a diverse CONDIZIONI GIURIDICHE, in particolare al rispetto dei DOVERI DEI MIGRANTI nei confronti del paese che li accoglie. L’immigrato è tenuto a RISPETTARE con RICONOSCENZA il PATRIMONIO MATERIALE e SPIRITUALE del paese che lo ospita, ad OBBEDIRE alle sue leggi, a CONTRIBUIRE ai suoi oneri”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il killer Isis di New York: orgoglioso degli otto morti nell'attacco

Articolo successivo

Partiti e movimenti di seconda mano con le mani dappertutto...