PROSEGUE LA MARCIA FUNEBRE DELLA GRECIA

di REDAZIONE

Non nego che apprezzo ed ammiro i blogger di Rischio Calcolato, specialmente FunnyKing. Trovo tuttavia che abbiano un severo handicap: che siano degli inguaribili ottimisti. Ieri l’Hellenic Statistical Authority ha rilasciato il suo usuale comunicato stampa, che verte l’Indice di Produzione Industriale. Suggeriei a tutti i Signori Lettori di leggerlo con calma, senza tralasciarne una sola riga.

L’ottimismo resterà embricato sulle bitte della strozza. L’incipit é scarno ed essenziale. L’Indice della Produzione Industriale segnala un -8.5% a/a. In particolare:

1. Estrazione e lavorazione di minerali: -7.9%;

2. Produzione manifatturiera: -8.8%;

3. Produzione elettricità: -8.9%.

Se si compara il T1 2012 con il T1 2011 si evince:

1. Estrazione e lavorazione di minerali: -4.6%;

2. Produzione manifatturiera: -9.2%;

3. Produzione elettricità: -5.3%.

Ecco le variazioni a/a di alcuni settori:

1. Estrazioni di terre metallifere: -25.8;

2. Produzione di bevande: -24.4%;

3. Produzione legata al cuoio: -39.0%;

4. Produzione di prodotti da stampa: -23.2%;

5. Autoveicoli, furgoni e similari: -47.1%;

6. Forniture e ricambi per autovetture: -35.3%.

7. produzione di alimenti: -9.8%.

Si noti che le voci dal punto 1 al 4 compreso sono (erano) prevalentemente destinate all’estero. Si lascia ai Signori lettori l’onere di trarne le conclusioni.

Un sola domanda. Valeva proprio la pena che i Contribuenti europei si siano tassati per più di quattrocento miliardi per arrivare lo stesso al fallimento?

di Giuseppe Sandro Mela

FONTE ORIGINALE: http://www.rischiocalcolato.it/2012/05/prosegue-la-marcia-funebre-della-grecia-i-dati-di-hellenic-statistical-authority-presto-in-italia.html

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. sapete perche scoppio la seconda guerra mondiale?perche i tedeschi in quanto responsabili dello scoppio della prima guerra mondiale si ritrovarono con un debito che non potevano pagare.vi invito ad una riflessione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

SERBIA: NIKOLIC NON RICONOSCE I RISULTATI DELLE ELEZIONI

Articolo successivo

EQUITALIA: CHI INDOSSA UNA DIVISA NE PAGA LE CONSEGUENZE