PRIMO MAGGIO, RIBELLARSI E’ GIUSTO. ALTRO CHE FESTEGGIARE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Anche quest’anno è arrivaTO il 1°Maggio, crediamo non ci sia niente da festeggiare: tutta l’Europa, e non solo è attraversata da una crisi finale. L’Europa della trilaterale è giunta al capolinea: si tratta di capire e vedere se il passaggio a una nuova società sarà una tragedia caratterizzata da una guerra totale o parziale. E’ evidente che i popoli del Sud Europa, e non solo, non possono essere affamati senza reagire; la trilaterale (poteri economici ) non colpisce soltanto il popolo lavoratore, ma anche la piccola, e media borghesia, e la stessa borghesia nazionale.

La politica monetaria degli U.S.A. e della Germania (stampare carta moneta senza valore) ha dapprima drogato i mercati, e dopo li ha distrutti, aprendo nuovi scenari geopolitici.

I popoli d’Europa devono trovare nuovi terreni di lotta, e nuovi obiettivi. Questi obiettivi sono l’Autodeterminazione politica e l’Autogestione economica. Ciò, in altre parole significa fine dello sfruttamento del pianeta, con produzioni inutili e fine dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo, attraverso una nuova politica economica. Nuova solidarietà tra tutti i popoli del pianeta, con un riequilibrio dei diritti.

Su queste parole d’ordine il Veneto Serenissimo Governo, erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica, chiama alla lotta gli sfruttati contro la trilaterale, rappresentata in italia dall’affamatore Mario Monti.

VENETO SERENISSIMO GOVERNO – Il Presidente Luca Peroni

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

L'IDENTITA' TOSCANA, QUESTIONE DI STORIA E DI SEMANTICA

Articolo successivo

MONDELLO, LE CASE DI PIZZO SELLA TORNANO AI LEGITTIMI PROPRIETARI