/

Prima gli italiani o prima le spese pazze di Salvini e Le Pen? Indaga l’Europarlamento su 427mila euro di rimborsi

Salvini, Le Pen together in Milan

di ANGELO VALENTINO – Il Corriere della Sera, non l’ultimo arrivato, dice che secondo  la stampa francese il gruppo di eurodeputati Enf rischia di dover rimborsare 427mila euro di spese non giustificate: ci sono regali, champagne e cene di lusso.Il titolo è laconico: Parigi, le spese pazze di Salvini e Le Pen: cena da 401 euro a testa.

Secondo il quotidiano, “Il Pavillon Ledoyen, vicino agli Champs Elysées, è uno dei migliori e quindi costosi ristoranti di Parigi, tre stelle Michelin conquistate dallo chef Yannick Alléno grazie a specialità come il manzo Wagyu Gunma «di ispirazione Strogonoff» o alla «torta salata di scampi ricoperta di caviale». Qui, a spese dell’Unione europea, hanno cenato in tête à tête Marine Le Pen e Matteo Salvini, per un conto da 401 euro a persona giustificato per ragioni di «diplomazia».

Insomma, dettagli… A chiedere conto del conto niente meno che l’Ufficio del Parlamento europeo a Strasburgo composto dal presidente, l’italiano Antonio Tajani, e dai suoi 14 vice-presidenti. Prima gli italiani, magari uno in particolare, purché all’estero?

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Il programma di governo da 200 miliardi. Dove li prendono?

Articolo successivo

Quando la politica si incarta, inventa il "nemico esterno". E intanto cancella il Nord