I precari dell’Istat bloccano i dati Istat sui contratti. Chi la fa, l’aspetti

di DISCANTABAUCHIpil_2008_2012

Ironia. Coincidenza. Ma quando la statistica per fare il proprio mestiere, cioè raccogliere i dati economici, dire quanti disoccupati ci sono, quanti cittadini sono al lavoro, impiega personale precario… ti puoi anche aspettare che la parabola sia quella di vedere l’Istat impallato perché i propri precari si mettono in assemblea e congelano la diffusione dei dati sul lavoro. Che destino italiano.

Divertente o desolante? Sta di fatto che l’assemblea di lavoratori precari dell’Istat ha occupato la sala stampa dell’istituto in occasione della pubblicazione dei dati sui contratti collettivi e sulle retribuzioni contrattuali, raccontava un’agenzia… Un volantino consegnato dai lavoratori in agitazione riporta le loro richieste: “ordinarietà delle attività che li vedono impiegati, continuità nel tempo del fabbisogno di personale, riduzione progressiva del bacino di precariato e riconoscimento dell’attuazione dell’art 5 comma 2 del CCNL 2002/2205”. Hai capito che storia?

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Mas pronto a varare il decreto per il referendum del 9 novembre

Articolo successivo

La Cgia aveva detto: ecco chi ha diritto al reintegro se licenziato