Post Covid, curarsi è diventato un lusso. Hanno forse risolto il problema agli Stati generali?

di Roberto Bernardelli – Chi era in crisi ora lo è di più. E la prima e più importante rinuncia tocca la salute. Un cittadino su cinque teme nel prossimo futuro di non avere soldi a sufficienza per visite e controlli dal dentista e potrebbe rinviarli di almeno un anno. A dirlo è un’indagine dell’istituto di ricerca Key-Stone per conto della Sidp, la Società italiana di parodontologia e implantologia. Stando a una stima della stessa società scientifica, 70 milioni di visite erogate ogni anno potrebbero dunque essere destinate a diminuire di un terzo.

Men tre il governo si dà un gran da fare a ragionare di rilancio, la cronaca dice altro.

Per Luca Landi, presidente Sidp, “la crisi economica provocata dalla pandemia di Covid-19 rischia di ripercuotersi pesantemente anche sulla salute orale con effetti che potrebbero essere ancora più gravi rispetto a quelli del 2011, quando furono circa 2,5 milioni gli italiani costretti a rinunciare al dentista”. Secondo Nicola Marco Sforza, presidente eletto Sidp, la riduzione di un terzo sarebbe imputabile “anche per le necessarie procedure di sicurezza da adottare, fra la riduzione al minimo della permanenza in sala d’attesa e la sanificazione degli ambienti fra un paziente e l’altro”.

“Ma un incremento delle tariffe comporterebbe un ulteriore problema di accessibilità a cure semplici ed efficaci per mantenere le gengive in salute – prosegue il presidente Sidp – Ridurre la priorità che devono avere la prevenzione, l’igiene orale e le visite di controllo sarebbe dunque un disastro per la salute pubblica per le implicazioni anche sistemiche delle patologie gengivali, di cui le fasce più deboli sarebbero le prime a fare le spese”. In Italia il 93% delle prestazioni odontoiatriche è erogata da studi privati, dunque, precisa il presidente Sidp, “non arginare l’abbandono dei controlli e delle procedure odontoiatriche vorrebbe dire abdicare al nostro ruolo di responsabilità sociale”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Maledetta burocrazia! Costa 100 miliardi non poter lavorare per il troppo Stato

Articolo successivo

LA QUESTIONE DEL RAZZISMO NON VALE QUANDO SI TRATTA DI RELIQUIE FASCISTE?