Ponte Genova / Quando Toninelli il 2 agosto disse: non serve una nuova Gronda autostradale a Genova

Fonte Ansa

Toninelli: rivedere Gronda, Terzo Valico. Liguria in rivolta

Toti, ‘Lo invito in A10 con le code’. Rixi: ‘Fondamentali’. Pd: ‘Si resta isolati’

La Gronda autostradale di Genova, l’Aeroporto di Firenze, la Pedemontana Lombarda, l’Alta Velocità che comprende tra le altre le opere relative al Terzo Valico, il Nodo di Firenze, il collegamento Brescia-Padova e la tratta Torino-Lione. E’ l’elenco delle grandi opere da sottoporre “ad una revisione complessiva, che contempli anche l’abbandono del progetto” fatto dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, in un’audizione alla commissione Ambiente della Camera. “Intendiamo portare avanti un’analisi di costi-benefici. Questo tipo di analisi, cifra essenziale del nuovo Governo, ha lo scopo di massimizzare gli effetti positivi delle opere pubbliche in termini di sviluppo economico e diritto alla mobilità, riducendo al minimo quelli negativi”. La Liguria si ribella. Il sottosegretario Rixi si schiera contro il suo ministro e dice che le grandi opere sono fondamentali. Toti invita il ministro in A10 quando ci sono le code e dice che il Terzo Valico è fondamentale per il porto.
Il Pd sottolinea che così la Liguria resta isolata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Ponte Genova, Bernardelli: un altro Vajont, tragedia italiana annunciata. Mentre le autostrade incassano pedaggi sempre più cari

Articolo successivo

Federalismo, cavarsela da soli senza essere sfruttati