Plebiscito digitale veneto: “Se vota la maggioranza basta tasse”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Continua massiccia l’affluenza al voto nel Referendum di indipendenza del Veneto. Alle ore 11 del quarto giorno di votazione hanno votato 1.140.944 veneti, pari al 30,56% del totale degli aventi diritto al voto. Le procedure batch notturne di incrocio e verifica dati hanno inoltre consentito di scomputare finora 1.831 voti risultati come abusi del sistema e di mettere in quarantena 637 voti per verifiche puntuali sugli elettori, in corso di completamento. Tali arrotondamenti costituiscono lo 0,066% del totale dei voti.

La tendenza di crescita dell’affluenza secondo Plebiscito.eu rende ora possibile e auspicabile l’obiettivo del raggiungimento della maggioranza assoluta dei votanti. Il lavoro di oltre 10.000 volontari (di cui due terzi attivatisi nelle ultime due settimane) attivi sul territorio sta dando risultati. “Se vota la maggioranza dei cittadini veneti e vincono sì, tagliamo la testa al toro. Credo che i delegati all’indipendenza del Veneto eletti dovranno dare inizio all’esercizio dell’indipendenza del Veneto. Il primo atto credo potrà essere l’esenzione fiscale totale nel periodo transitorio di istituzione delle strutture della Repubblica Veneta. In tal modo i cittadini non dovranno più pagare le tasse al governo italiano.”

Segnaliamo inoltre che nella notte ad Onara si è verificato un grave episodio di intolleranza e di disprezzo delle normali regole democratiche, che ha visto la distruzione del seggio di voto e un oltraggio alla bandiera veneta, che è stata tagliata in segno di offesa. Le persone anziane presso il cui giardino era installato il seggio sono rimaste impaurite e colpite dal grave atto. È stata quindi sporta la denuncia alle forze dell’ordine da parte del coordinatore dell’alta padovana Patrizio Miattello. Esso segue un altro atto verificatosi ieri sera aMontecchia di Crosara, dove alcuni teppisti hanno danneggiato un furgone degli organizzatori dipingendolo con vernice rossa. Anche su questo grave fatto stanno indagando le forze dell’ordine. Plebiscito.eu stigmatizza tali atti che dimostrano l’antidemocraticità di alcune componenti italianiste che non vogliono accettare l’esito del voto dei cittadini veneti. La democrazia d’altro canto vince sempre.

Ufficio Stampa – Plebiscito.eu

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

17 marzo 1861, la legittimazione dell'illegittimo

Articolo successivo

Zaia: il popolo Veneto vuole l'indipendenza, va rispettato