Pieve di Soligo (Tv), dice sì al referendum per l’indipendenza

di ALTRE FONTI

È volata qualche parola grossa, la giunta si è spaccata, ma alla fine il consiglio ha detto sì al referendum per l’indipendenza del Veneto, proposto dall’assessore Alberto Villanova. Lo stesso Villanova aveva lanciato l’appello per una partecipazione massiccia dei cittadini al consiglio comunale, appello raccolto solo in parte: una ventina i presenti, numero comunque superiore rispetto alla media.

L’ordine del giorno, sposato anche dall’opposizione di Vivere Pieve, è stato approvato con 14 voti favorevoli e 4 contrari. Tra questi ultimi, Franco Sech e Francesca Zabotti (Civica Insieme), e due assessori della giunta, Salvatore Cauchi e Nicola Stefani. Per entrambi, un referendum sull’indipendenza del Veneto sarebbe incostituzionale. A Cauchi, particolarmente critico nei confronti di Zaia, ha risposto a muso duro il vicesindaco Giuseppe Calissoni.

Dopo il voto, sulla giunta è tornato il sereno: «A vincere è stata la democrazia» sostiene Villanova. «Infatti, principio indiscutibile dell’ordine del giorno era il diritto costituzionale del cittadino ad esprimere la propria volontà, anche in termini di governo del territorio. Adesso spero che il consiglio regionale prenda l’unica strada possibile: dare il diritto ai Veneti di votare».

TRATTO DA: http://tribunatreviso.gelocal.it

Print Friendly, PDF & Email

7 Comments

    • No problema, se azzarderanno qualcosa più di parole, saranno commissariati e tanti saluti a Pieve di Soligo..

      Fintanto che gli “enti” si appoggiano al sistema italia non cambierà mai nulla! E’ come se un malato di malaria si curasse andando a prendere le erbette mediche in mezzo alla palude.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Maroni: "Noi pontieri fra le destre. Bossi: ne uscirà male dalle primarie"

Articolo successivo

Costruzioni: crisi nera! Investiti 43 miliardi di euro in meno