Piemonte, la Regione torna al voto il 25 maggio

di REDAZIONE

”Ho firmato il decreto di indizione delle elezioni regionali. L’ho dovuto fare perche’ e’ intervenuta dopo quattro anni una sentenza del Tar, confermata dal Consiglio di Stato, che ha annullato le elezioni regionali del 2010, pur non essendo mai stato in discussione il risultato delle stesse. I piemontesi, infatti, hanno espresso voti veri, scegliendo chiaramente il Presidente della Regione. Inoltre, la cancellazione del voto popolare e’ resa ancora piu’ incomprensibile dal fatto che le irregolarita’ accertate, addirittura dalla Cassazione, nei confronti di una lista collegata alla Bresso, non sono state prese in considerazione”.

Lo dichiara Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota. ”E’ pendente un ricorso in Cassazione – ricorda il Presidente Cota – che decidera’ in ultima istanza: speriamo che lo faccia in tempi rapidi, per evitare di creare ulteriori incertezze. Ho fatto di tutto in questi mesi per contrastare questo scempio e difendere non il mio, peraltro legittimo, diritto a terminare il mandato assegnatomi, ma la democrazia ed il voto dei piemontesi.Aggiungo l’importanza di completare le riforme ed il programma di governo in un momento cosi’ delicato ‘.

Print Friendly, PDF & Email

5 Comments

  1. Forse Cota non lo rimpiangerà nessuno, ma è incredibile quanto il voto, che dovrebbe esprimere la volontà popolare, ormai non conti più un cazzo in questo stivale di m…

  2. La rovina dell’italia : i cattocomunisti (vedi pd e accoliti) , i sindacati e la maggistratura slandrona e che fa politica.
    Amen

  3. Il prossimo candidato Presidente del centrodestra sarà di certo un esponente dei Pensionati per Cota.
    Bobov e Zaiashenko, preparatevi a raggiungere Yukanovych.

Rispondi a indipendentista Annulla risposta

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Caner: il Veneto come la Crimea, sì all'autodeterminazione

Default thumbnail
Articolo successivo

Privacy e tecnologia, il 93% degli utenti teme violazioni