Piemonte, incentivi per tornare a vivere in montagna

Voglia di ritmi piu’ lenti e in armonia con la natura? Di luoghi incontaminati in cui respirare a pieni polmoni e far crescere i propri figli in liberta’? Di un posto diverso dove continuare il proprio lavoro, sempre piu’ connesso e smart, o in cui iniziare magari una nuova attivita’? Cambiare vita si puo’. E la Regione Piemonte ti aiuta a farlo, lanciando una campagna nazionale che offre incentivi a chi sceglie di trasferirsi da una citta’ italiana in uno dei piccoli comuni di montagna incastonati tra le Alpi piemontesi. “La montagna non e’ e non va vista come una riserva inaccessibile, ma come un grande propulsore di economia, natura, enogastronomia, turismo e di tutto cio’ che di meraviglioso ha da offrire – sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Penso che, dopo due anni di pandemia, questa idea dell’aria fresca, dell’aria pulita, della possibilita’ per chi lo desidera di vivere a contatto con la natura, siano valori su cui investire per il nostro futuro e per quello delle nostre straordinarie montagne”.

L’iniziativa punta a sostenere la rivitalizzazione e il ripopolamento delle aree montane, anche a seguito dei bisogni sociali crescenti causati dall’attuale emergenza sanitaria. Chi risiede in un centro urbano in Italia e intende acquistare o recuperare un immobile in un comune montano del Piemonte con meno di 5.000 abitanti, da rendere prima casa trasferendovi la propria residenza, potra’ aderire ad un bando della Regione Piemonte che offre contributi da 10 a 40 mila euro. Il bando stanzia complessivamente 10 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Green pass in mensa fa litigare persino poliziotti

Articolo successivo

Rizzi: qualche domanda sui pazienti covid (vaccinati)