Quando la Lombardia si è lamentata di non essere come Baviera e Catalogna. Bernardelli: A febbraio pensate bene chi votare…

di Roberto Bernardelli La Lombardia, ma vale certo per altre regioni avanzate della Padania (sì, Padania, perché non ho timore di pronunciare questo nome), è Europa. Lavorano con l’Europa e sono al pari di Baviera e altre aree geografiche del continente, il motore dello sviluppo europeo. Il virgolettato appartiene all’assessore regionale allo sviluppo economico, Guido Guidesi. A margine del convegno “L’Ict in Lombardia: mercato, opportunita’ e trend digitali”, che si e’ tenuto  nel maggio scorso alla sede di Confcommercio Milano, ha affermato che  “fremiamo rispetto a questa situazione”. La Lombardia, ha sottolineato Guidesi, si trova a giocare una partita difficile: “Noi ci troviamo a concorrere e a collaborare con altre regioni europee su singole filiere produttive dove land tedeschi o regioni come la Catalogna godono di piena Autonomia fiscale. In un mercato concorrenziale all’interno di un unico continente, affinche’ quella concorrenza possa essere leale ed equa e provochi valore aggiunto gli uni per gli altri, ci vuole lo stesso blocco di partenza”. “Per noi l’Autonomia fiscale per la Lombardia e’ equita’ per tutta l’Europa”, ha concluso Guidesi.

Sai mai che adesso, dopo la scoppola elettorale di settembre, si ricordino cosa non è stato fatto per somigliare almeno un po’ a Baviera  e Catalogna. A febbraio i lombardi possono decidere se restare come sono o contare in Europa.

Onorevole Roberto Bernardelli, presidente Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bollette troppo pesanti, istruttoria su Enel, Eni, Hera, A2A, Acea ed Engie

Articolo successivo

QATARGATE - Il Partenone si rivolta nella tomba.... Rizzi: L'Europa dei popoli... degli altri