Ocalan (Pkk) vuole il cessate il fuoco per parlare con Erdogan

di REDAZIONE

Il leader in prigione del Partito dei lavoratori curdi (Pkk) Abdullah Ocalan intende proclamare un cessate il fuoco a partire dal 21 marzo, giorno del capodanno curdo, come nuovo stimolo alla ricerca della pace con Ankara. L’ha riferito in un’intervista alla Ntv il vicepremier Bulent Arinc, come riportato dall’Agenzia TMnews.it.

“Dichiarerà al più presto il cessate il fuoco dal Newroz (21 marzo,ndr.) e le armi saranno deposte entro luglio -agosto, dopo di che la partenza dal paese sarà discussa”, ha spiegato il membro del governo turco facendo riferimento a istruzioni scritte che trasmesse da Ocalan al Pkk.

Arinc ha parlato di una lettera di 20 pagine scritta di proprio pugno da Ocalan, in cui esprime il suo pensiero su una possibile soluzione per il conflitto quasi trentennale conflitto che è costato 45mila vite, molte delle quali curde.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Italia, terra di conquista: mani straniere su patrimonio da 210 miliardi

Articolo successivo

Grillo: "Il governo al Movimento 5 Stelle. Se no ci pensi Monti"