Obbligo vaccino? Ordine dei medici: valuti il Parlamento

Sono un centinaio i medici italiani considerati “negazionisti” rispetto ai vaccini, compreso quello appena arrivato contro il Covid. E’ la stima di Filippo Anelli, presidente della federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), che commenta con l’AGI l’apertura di un’inchiesta dell’ordine di Roma nei confronti di 13 medici negazionisti. “E’ un problema che non nasce adesso – ricorda Anelli – e ne abbiamo avuto gia’ diversi esempi nel periodo della Lorenzin e dei vaccini obbligatori per i bambini. Ma e’ un’esigua minoranza, magari rumorosa, su cui sono in corso le inchieste degli ordini e in qualche caso ci sono gia’ state sanzioni”. Circa cento medici ‘no vax’ sui 400mila complessivi: “Per fortuna sono pochi – conferma il presidente Fnomceo – ma capisco che in questi giorni il tema si riproponga con forza”. La questione si gioca sul sottile crinale che separa liberta’ di opinione e il superiore interesse pubblico.

“Le sanzioni variano caso per caso – spiega Anelli – proprio perche’ le situazioni possono essere diverse. Un conto e’ esprimere privatamente un’opinione, un conto e’ fare proselitismo contro i vaccini, che inevitabilmente incide sull’esercizio della professione. Un medico non puo’ turbare il rapporto con il paziente, ne’ mettere in dubbio le liberta’ scientifiche”. Per questo c’e’ chi pensa all’obbligo vaccinale per i camici bianchi: “Noi non siamo contrari – sottolinea Anelli – ma bisogna trovare un giusto equilibrio tra la Costituzione, che dice che a nessun cittadino possono essere imposti trattamenti medici, e la situazione contingente. Il diritto di rifiutarsi puo’ venire meno se mette in crisi la convivenza civile, mettendo a rischio la salute pubblica, che e’ un interesse superiore. Ma su questo – conclude – deve decidere il Parlamento, come successe con i vaccini obbligatori stabiliti dall’allora ministro Lorenzin. Sicuramente e’ un’opzione possibile, specie in certi reparti in prima linea, ad esempio pneumologia”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il Covid si porta via 300mila imprese. Restano aperte solo le botteghe della politica romana

Articolo successivo

Allarme conti in rosso, come tagliano subito le gambe a famiglie e imprese: diventi subito moroso e cattivo pagatore