Non rompete le balle ai dipendenti di “Roma Capitale”

di TONTOLO

S.P.Q.R. Sono Pigri Questi Romani. Vabbé… Alberto Fortis li avrebbe apostrofati diversamente. Comunque sia, va di culo se lavorano. Ma attenzione, non rompetegli troppo le balle, perché il solo fatto che siano obbligati a tenere aperti al pubblico gli sportelli per quattro ore alla settimana è un’impresa titanica.

E “si prega di non essere insistenti – scrivono – altrimenti saremo costretti a prendervi a parolacce”. Bonjour finesse, li mortacci tua… e state bboni. Perchè vorrete mica disturbare l’impiegato, er capoccia, dell’ufficio Gestione Verde Urbano di “Roma Capitale” mentre riflette, in compagnia di altri colleghi, davanti alla macchinetta del caffè. Oppure proprio mentre va a fare la spesa o mentre timbra il cartellino per qualcun altro.

Come scriveva quella buon’anima di Luigi Barzini Junior “a Roma tutto è pubblico, non esistono segreti, ognuno parla, le cose vengono talora ostentate in modo addirittura vistoso, eppure non si capisce niente”. Ma che ce volete fa’… “Roma è tutta un vespasiano”! E lo diceva il Marchese del Grillo… mica un grullo!

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Lega, i "rottamatori": "Preoccupati per le dichiarazioni di Maroni"

Articolo successivo

Caso Cancellieri, paradigma di un paese putrido