Non beghe di partito ma guerra all’inflazione se non si vogliono disordini sociali

“Siete pronti?”. Eh niente, si potrebbe ripetere mille volte la domanda di Mario Draghi ai partiti ma tanto non sono capaci di ascoltare. Ci pensa allora il Fondo monetario a ricordare che gli incendi sono pronti a divampare… “L’aumento dei prezzi di cibo ed energia potrebbe causare una diffusa insicurezza alimentare e disordini sociali”. A mettere in guardia e’ il Fondo monetario internazionale nell’aggiornamento del World economic outlook. “Con l’aumento dei prezzi che continua a comprimere il tenore di vita in tutto il mondo, il controllo dell’inflazione dovrebbe essere la prima priorita’ per i politici”, ammonisce il Fondo sottolineando che “una politica monetaria piu’ restrittiva avra’ inevitabilmente dei costi economici reali, ma un ritardo non fara’ che aggravarli”.

“Un sostegno fiscale mirato – spiega l’Fmi – puo’ aiutare ad attutire l’impatto sui soggetti piu’ vulnerabili, ma con i bilanci statali dilatati dalla pandemia e la necessita’ di una politica macroeconomica generale disinflazionistica, tali politiche dovranno essere compensate da un aumento delle tasse o da una riduzione della spesa pubblica. L’inasprimento delle condizioni monetarie incidera’ anche sulla stabilita’ finanziaria, che richiedera’ un uso giudizioso degli strumenti macroprudenziali e rendera’ ancora piu’ necessarie le riforme” del debito. Secondo l’istituto di Washington, “le politiche per affrontare gli impatti specifici sui prezzi dell’energia e dei prodotti alimentari dovrebbero concentrarsi sui soggetti piu’ colpiti senza distorcere i prezzi. Inoltre, con il perdurare della pandemia, i tassi di vaccinazione devono aumentare per prevenire varianti future”. Infine, osserva il Fondo, “mitigare il cambiamento climatico continua a richiedere un’azione multilaterale urgente per limitare le emissioni e aumentare gli investimenti per accelerare la transizione verde”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

GIA' SEPARATI IN CASA - Gli uomini del centrodestra non vogliono una donna del centrodestra premier

Articolo successivo

BARBARIE - Rapporto Zoomafie, in Sicilia il 9% dei reati si consuma contro gli animali