Noi vestiamo alla Catalana. Oggi Milano diventa Barcellona

di COLLETTIVO AVANTIcollettivo

Quella di oggi non è una semplice manifestazione! Da buoni lombardi abbiamo parecchio da fare! Eccovi quindi il:

PROGRAMMA della manifestazione di domani:

– Ci ritroveremo alle 18:00 in P.zza Cavour.

– Avremo a disposizione molti pieghevoli di Avanti sui processi indipendentisti in Europa. Quindi faremo un breve volantinaggio ai passanti.

– Dal momento che la nostra bandiera non mancherà, vi consigliamo di farvi fare una foto con la Rosa Camuna per l’iniziativa Smiles N’ Roses, che ha il nostro pieno appoggio.

– Il referendum scozzese è fondamentale e a solo una settimana dal 18 settembre, manifesteremo il nostro appoggio all’iniziativa scattandoci le foto, insieme e singolarmente, con lo YES da noi stampato. Ricordatevi di chiederne uno!

– Manderemo una delegazione, secondo le colorate modalità che già abbiamo descritto, sotto al Consolato spagnolo a manifestare per il diritto di voto dei Catalani.

– L’EVENTO: disegneremo una grande V (Via, Voluntat, Votar, Victoria) con la nostra colorazione gialla e rossa e le nostre bandiere catalane! Facciamoci notare, a Milano come in Catalogna!

– Alle 20:00, entreremo nello Swiss Corner per un momento di ristoro e per la conferenza stampa di presentazione del nostro Manifesto di Milano! Non potete mancare!

 

Print Friendly, PDF & Email

6 Comments

  1. Ecco bravi voi fate il carnevale catalano che lo stato italiano se fa na paella di caviale con i soldi delle vostre tasse così vi restano neanche i soldi per la roba messicana al lidl

        • In che modo non li mantieni più?

          Non pagare le tasse non si può (innanzitutto legalmente, e nemmeno materialmente se si è lavoratori dipendenti).

          L’unica soluzione sarebbero 2-3 anni di “produzione al minimo” in Padania, limitata intenzionalmente: si lavora per guadagnare il necessario per mantenersi, e il gettito fiscale va a farsi benedire.

          • Guarda un po’ me ne frego delle loro leggi e le tasse proprio non le pago più.
            Se sono indipendente per principio non riconosco più le loro leggi.
            Troppo difficile per te e tutti gli altri ciarlatani che parlate da decenni ma alla fine aspettate in punta di piedi che il miracolo tagliato su misura vi cada dal cielo per voi belle gioie ?

            Chi vuole essere libero si libera. Chi non lo vuole continua a girare intorno al punto

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Cessione di identità all'islam, suicidio di massa

Articolo successivo

11 settembre, frontiere aperte più di allora