/

NO euro e SI euro: cosa vuole davvero il Nord?

di ARNALDO FERRARI NASIeuro

Gli italiani non hanno paura dell’Europa. E ancor meno i cittadini del Nord.
Interrogato n campione rappresentativo di adulti su quale sia la soluzione migliore per regolare i rapporti tra Italia ed Europa, il 38% risponde che “bisogna arrivare appena possibile ad una sorta di Stati Uniti d’Europa con leggi comuni e governo comuni” ed il 28% che si possono avere stati indipendenti “ma con la politica estera e la difesa militare in comune”. Il 66%, ovvero due cittadini su tre, dice quindi che ci vuole più Europa, non meno. Il 38% diventa addirittura 42% se si considerano solo le regioni con il Pil più alto, ovvero il Nord e la Toscana; e anche nel Lombardo-Veneto il 41%, oltre la media nazionale, vuole gli Stati Uniti d’Europa. Pochi coloro che vogliono staccarsene, il 16%, percentuale che non cambia anche guardando alle scomposizioni geoeconomiche di cui sopra.
Per l’Euro è lo stesso discorso. A livello nazionale solo il 14% vuole abbandonare la moneta unica ed il valore delle regioni ricche o di quelle del Lombardo-Veneto, non cambia di molto (anzi in quest’ultimo caso, diminuisce).
Circa uno su tre vorrebbe “in ogni caso rimanere nell’Euro insieme agli altri stati”; ma il dato più interessante è il seguente: la maggioranza (sia nel totale campione, che nelle regioni con Pil alto, che nel Lombardo-Veneto) sostiene che “bisogna rimanere nell’Euro, ma solo se si ridiscutono le regole, perché così non funziona”.euro2
Il politico accorto, allora, dovrebbe fare due considerazioni. A livello elettorale la battaglia contro l’Euro e l’Europa è una battaglia perdente. Può forse servire a conquistare una nicchia, ma non si va oltre. E con un tema così dirimente, se non si trova un accordo, non si possono certo costruire i numeri sufficienti per contrastare l’avversario.
In secondo luogo, che in Europa non bisogna mandarci gli scarti, ma i migliori. Non mezze tacche, non inesperienti, non gente che faccia finta. Il Nord produttivo, ancora di più, ha bisogno di gente risoluta. Che sappia quel che vuole e che ottenga il risultato.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Plebiscito.eu: referendum, non ci fermiamo

Articolo successivo

Repubblica Ceca, il nuovo Eldorado per non morire d'Italia