Navigare a vista pur di salvarsi il culo

E’ buona norma imparare a fare i propri conti per evitare di concedere immeritati sconti, ovvero imparare a ripagare gli altri con la stessa moneta con la quale ci hanno comperato.PESCATORE

Abbiamo la abitudine di pretendere che altri interpretino le parti che noi ci prefiguriamo. A domanda, risposta. Quella che vogliamo ci sia data. Noi, che non sappiamo neppure quale sia la nostra parte nel copione che la vita ci scrive ogni giorno.
Non decidere significa prendere una decisione.
L’indecenza significa: mancanza di pudore e di decoro; fatto, azione, espressione offensiva di tali valore Allora è considerato un valore il suo contrario: la decenza! Da quanto tempo l’abbiamo, tale valore, risposto nella furbizia, nell’opportunismo, nella navigazione a vista pur di salvare il culo? Da quanto tempo accettiamo che il cervello sia una noce senza il gheriglio del pensiero? Il marcio attecchisce in menti inclini al marcio. Menti che hanno decorato la loro vita con prebende, annientando il senso del decoro morale, con la pratica del mercimonio. La strada più breve della dannazione dell’anima dove siamo incamminati, pagando un pedaggio altissimo: la perdita di noi stessi, la perdita del significato di essere persone.
Modi di dire riveduti e (s)corretti: La storia dell’uomo, dall’ansia di prestazione, a letto, all’ansia di postazione, al pc.
Chi tace consente.
Rosanna Marani
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Dopo gli sgomberi di Pisapia, la Francia di Hollande prepara le trincee anti-nomadi

Articolo successivo

Caro mons. Galantino, che coincidenza il funerale del Padrino nella chiesa dove negaste l'addio a Welby ma si celebrò per il boss De Pedis