Natale, gelo artico e neve. Nord nella morsa del maltempo

Sin dalle prime ore di venerdì 25 dicembre, Natale, aria gelida di origine artica irromperà dalla porta della bora (Alpi Giulie) e dilagherà su tutto il Nordest e sul medio Adriatico. Questo affondo polare perturbato genererà un vortice ciclonico che darà vita a una fase di maltempo su gran parte d’Italia. Complice il repentino calo delle temperature la neve cadrà a quote via via più basse toccando pure la Pianura Padana nei giorni successivi. Il sito IlMeteo.it avverte che sin dalle prime ore di venerdì venti freddi faranno irruzione al Nordest portando con sé precipitazioni su tutto il Triveneto, sulla Lombardia orientale e sull’Emilia Romagna. Il maltempo poi si porterà verso la Toscana, le Marche e l’Umbria ed entro sera pure su Sardegna, Lazio, Campania e Calabria tirrenica. I venti freddi faranno calare le temperature cosicché la neve scenderà a quote via via più basse e fino in collina sull’Emilia Romagna e al Centro. Nel giorno di Santo Stefano il maltempo si concentrerà al Centro-Sud mentre al Nord tornerà il sole dopo tantissimi giorni di cielo grigio. Rovesci temporaleschi e nevicate fino in bassa collina (200-500 metri) colpiranno gran parte del Centro-Sud. I venti saranno freddi e impetuosi su gran parte d’Italia con mari molto mossi. Tra domenica 27 e lunedì 28 infine, dopo le ultime piogge al Sud, giungerà una nuova perturbazione dall’Atlantico che stante le basse temperature, farà nevicare copiosamente su tutto il Nordovest con neve per esempio a Torino, Milano, Bergamo, Pavia, Alessandria.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Alè: altri 20 boss mafiosi col reddito di cittadinanza

Articolo successivo

La ripresona? Inps: assunzioni crollano del 34% in primi 9 mesi