“Napolitano è un terun”: Bossi rinviato a giudizio per vilipendio

di REDAZIONE

Ha dato a Napolitano del Terun”, e per questo Umberto Bossi sara’ processato per offesa all’onore e prestigio del presidente della Repubblica, vilipendio al governo della Repubblica e con l’aggiunta della discriminante etnica. Lo ha deciso oggi il tribunale di Bergamo in riferimento agli insulti che l’ex leader leghista aveva proferito nel corso della manifestazione “Berghem frecc” svoltasi ad Albino il 29 dicembre 2011. Processo il 3 febbraio.

Le dichiarazioni dell’ex segretario leghista Umberto Bossi che aveva scaldato la platea della festa invernale della Lega, il 29 dicembre 2011 ad Albino, in provincia di Bergamo.

Print Friendly, PDF & Email

18 Comments

  1. Da quando i tribunali delle città rinviano a giudizio ? Sono sempre frequentati da facenti funzione ; ebbene , tali soggetti , soprattutto oggi , dati alla mano , non sono al servizio del cittadino bensì i suoi carnefici . Avviene pertanto un reato gravissimo di usurpazione del diritto e coazione a ripetere di crimine contro la umanitá che i cittadini rappresentano . Subire passivamente o affidarsi alle procedure che l’usurpatore del sacro suolo concede ai vinti è di fatto implicito affidargli l’imprimatur per eseguire crimini con la benedizione delle anime belle . Il vilipendio alla libertà , alla vita , all’intelligenza , al bene lo commettono coloro che temono di dare voce alla coscienza che grida vendetta ; terra bergamasca piena forse di farisei ?

  2. Tempo fa fu fatta una sentenza che stabiliva che dare del terun non e’ offensivo per cui non e’ reato.

    Si mettano d’accordo kax…

    Ma si sa, vale sempre il diritto romano: col nemico vale con l’amiko non vale.

    PSM

  3. Per Bossi gli ultimi anni sono stati disastrosi, il deleterio accordo con Berlusconi ha consumato poco a poco il movimento Lega trasformandolo in partito italiano flaccido e corrotto.
    La malattia lo ha messo poi in condizioni di debolezza all’interno del partito e tutto intorno a lui si sono aggirati come avvoltoi e jene personaggi senza nessun scrupolo pronti a soddisfare il loro appetito rampante.
    E’ questo che mi fa incazzare, lui non ha fatto molto per evitarlo ma come ad Albino, quelli sul palco sfruttavano la sua debolezza per fare un po’ di show e per mettersi in mostra in parte al vecchio capo.
    Uno in particolare ricordo quella sera non lo mollava un attimo era attaccato come una cozza, un viscidone dall’aspetto poco rassicurante, eppure è molto gradito a Calderoli e tutti sanno che è ancora un suo fedelissimo.
    Ho trovato un filmato in rete lo si vede benissimo alla sinistra di Bossi e addirittura gli ha suggerito la battuta che ora inguaia Bossi
    https://www.youtube.com/watch?v=H-bMEYNTU3M#aid=P9izvGe3AN4

    al minuto 1,00 si vede benissimo che si scompiscia dalle risate per la buona riuscita del suo suggerimento, e si batte le mani da solo, si congratula e si appropria del suggerimento con il segno del pollice.
    Questo tizio impresentabile è ancora considerato nella Lega di Bergamo, lo stesso segretario provinciale Belotti fa comunella con lui, il loro gruppetto di 40enni sono agli ordini di Calderoli.
    uno spettacolo indegno per la lega degli anni ruggenti e questi si spacciano per duri e puri, i liberatori della Padania.
    Tutti i presenti sul palco hanno visto come è andata e nessuno che dice niente per difendere un poco il Bossi.
    E l’autore del suggerimento dopo aver tanto adorato il suo capo d’allora , non senza qualche ritorno immagino, non potrebbe prendersi le sue responsabilità per aver indotto un vecchio malato a dire quella frase?
    E noi dovremmo affidare i nostri voti a gente che si comporta così?

    • bravo, sono gli stessi che in piazza gridano “arrestateci tutti” per farsi belli in Veneto e poi stanno ad assistere senza far niente alla rottamazione del loro venerato (allora) Bossi.
      Che fine ha fatto il miglior leghista del 2012? Invernizzi il vichingo non è pronto ad aiutare il suo vecchio capo sostenendo come sono andate veramente le cose quella sera ad Albino?
      Chiedere coraggio e responsabilità a questi personaggi buoni solo per le poltrone romane è cone cavare sangue da una rapa

  4. giustizia pseudodemokratika ma sì fascista e razzista merdionale italiana ad orologeria …

    e poi il Boss l’è parlamentare della repubblika romana …

    anzikè skusarsi dicendo ke parla alla “pancia del popolo padano” (kome di solito fa x skusarsi delle sue sparate finto indipendentiste e sì tanto stupide),dovrebbe attakkare da parlamentare l’abuso di potere del napoletano, kome l’ha fatto Grillo…

    • kuesta iniziativa italika è in realtà un appropriato assist, appoggio, elargfito alla LN visto ke nei sondaggi è data x spacciata … a roma hanno bisogno dei belleriani …

      VENETO LIBERO … VENETO STATO …
      PADANIA LIBERA

      • un fiorentino ed un napoletano …

        un fiorentino può dire “meglio un morto in casa ke un pisano all’uscio” ma è reato di “diskriminazione Territoriale” affermare NON SONO NAPOLETANO …

        d’altro kanto, magggistratura e suoi maggiorenti, a tutti i livelli, sono terroni, k’è pure reato pronunciare, e kosì rikonoscere … e se
        – l’affermare di NON ESSERE NAPOLETANO,
        – il nominare Terrone l’abitante della Magna Terra (Grande Terra, appunto, TERRONE) non bastasse,
        – rikonoscere merdionale l’italia lo rikonferma nella sostanza e nel proprio reato, inventato ad arte ed in difesa dei novelli kolonizzatori nostri, espropriatori d’identità e diritti di noi cisalpini e padanisti … 😀

        x la kronaka, rikordo ke durante l’okkupazione tedeska era proibito dire ” muks raus” … ti skiaffavano in galera … komandavano loro … eravamo kolonia…

        oggi è uguale… dare del kriminale al mafioso … denunciare la kultura ke l’esprime, kiamare parassita un parassita e merdoso un italiano, da sottomessi all’usurpatore, x noi cisalpini, è reato e poka buona kreanza …
        ma ‘ndè tuc a d’via il ku …

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Renzi non regala 80 euro! Semmai, evita di rapinare 80 euro ai lavoratori

Articolo successivo

Mastella a giudizio per "una serie indeterminata di delitti"