COMUNI: PIU’ MULTE IN BILANCIO PER FARE CASSA

di REDAZIONE

Per coprire i buchi di bilancio, diverse amministrazioni locali vogliono aumentare il gettito delle contravvenzioni: a Pavia gli agenti dovranno fare il 20% di multe in più.

Per far quadrare i conti, quest’anno molti comuni cercheranno di sfilare più quattrini dalle tasche degli automobilisti. Li chiamano nuovi obbiettivi. È quel che rileva un’indagine dell’agenzia di stampa Adnkronos che, analizzando i bilanci di previsione delle amministrazioni locali, ha scoperto che molti sindaci hanno messo in preventivo di incassare almeno il 10% in più dalle contravvenzioni. Il fenomeno è diffuso in tutto il paese e riguarda indistintamente grandi e piccoli centri. A Pavia il comandante della polizia municipale ha inviato il 31 gennaio ai 60 agenti un documento che fissa gli incassi di quest’anno a 5 milioni di euro: in pratica, dovranno compilare il 20% in più di verbali.

La ricerca non si è limitata a misurare l’esosità delle giunte, ma è andata a verificare come sono stati impiegati nel 2011 i soldi delle contravvenzioni.

Secondo l’articolo 208 del codice della strada, il 50% dovrebbe essere investito per prevenire gli incidenti stradali e migliorare la sicurezza, ma poche amministrazioni lo fanno. Tra i c virtuosi l’indagine segnala i casi di: Avezzano (il comune aquilano reinvestirà i fondi in una serie di opere), Monza (ha rinnovato il parco auto della polizia municipale, acquistando sei Alfa Romeo 159 SW, una stazione mobile e uno scooter elettrico). Trezzo sull’Adda (il comune della provincia di Milano ha speso 70.000 euro, su 140.000 incassati con le multe, per la manutenzione delle strade e la sicurezza). Insomma, ben pochi investimenti.

FONTE ORIGINALE: http://www.alvolante.it/news/comuni_pi%C3%B9_multe_fare_cassa-621826?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=nu

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

DE CAP TÀ L'IMMORTÈLA, UN ANTICO CANTO OCCITANO

Articolo successivo

SLOVACCHIA, SOCIALISTI AL TIMONE E TENSIONI COI VICINI