Morta la volontaria coraggio Elisabetta Barbieri. Tragico incidente durante la staffetta dal Sud al generoso Nord

Il grave incidente avvenuto ieri alle 5 e 30 sulla A14 (tra Pesaro e Cattolica verso Bologna) è costato la vita ad una nota staffettista, Elisabetta Barbieri, all’autista del camion, e ad una terza persona che era rimasta gravemente ferita. Non ce l’ha fatta anche un cucciolo di pastore tedesco in viaggio verso la sua nuova famiglia. Lo fa sapere l’Enpa. I volontari e le Guardie Zoofile dell’Enpa di Pesaro si sono subito recati sul posto per aiutare a mettere in sicurezza gli animali. Tanti i volontari di tutte le associazioni animaliste accorsi immediatamente. Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa: ”Tutto il mondo animalista è straziato da questa enorme tragedia. L’impegno di Elisabetta Barbieri ed il suo staff è sempre stato sincero, costante, mettendo al primo posto il benessere degli animali. Troppo spesso si dimentica il ruolo fondamentale di persone che come Elisabetta trasportano ogni giorno animali per portarli a centinaia di chilometri per dargli la possibilità di iniziare una nuova vita. Elisabetta e il suo staff hanno collaborato con l’Enpa in moltissime occasioni, aiutando le nostre Sezioni. Sono centinaia gli animali che oggi vivono felici nelle loro nuove famiglie anche grazie a lei. Il suo impegno ha fatto la differenza. Ci mancherai Elisabetta. La nostra Associazione ti ricorderà sempre con immensa gratitudine”. Sul posto sono intervenuti i volontari e le Guardie Zoofile dell’Enpa di Pesaro in supporto alla Asl. Gli animali sono tutti in salvo, tranne un cucciolo di pastore tedesco che purtroppo è morto, probabilmente sul colpo. I gatti sono già ripartiti alla volta di Bologna e arriveranno a breve. Mentre un camionista spagnolo (Jon Juaregi Transportes) si è offerto di portare i cani in direzione di Milano. L’uomo non ha voluto alcun compenso. ”In questi momenti di estremo dolore è importante vedere come la solidarietà e l’empatia riescano a cancellare ogni barriera. Grazie a tutte le persone che in queste ore si stanno adoperando in questa difficile situazione”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Assembramenti? Colpa dei sindaci. Il Codacons dichiara guerra ai primi cittadini e chiede numero chiuso nelle piazze

Articolo successivo

"Riaprite la ristorazione serale"