Monti spiega al Bilderberg le ricette per uscire dalle secche

di REDAZIONE

Mario Monti spiega a banchieri, economisti e imprenditori internazionali di alto livello la cura che il governo ha prescritto all’Italia per uscire dalle secche della crisi economica. Il Prof, invitato ieri sera alla cena organizzata in occasione del convegno di Bilderberg, tenutosi oggi a Roma, ha parlato delle misure economiche messe a punto: niente di piu’, si sottolinea a palazzo Chigi respingendo le critiche (come quella del quotidiano ‘Libero’ che oggi ha titolato:’Monti festeggia un anno a cena con la sua lobby’) sulla presenza del premier italiano ad un avvenimento di questo tipo.

Il premier ha infatti partecipato solo alla cena, su invito, e oggi non era presente al convegno. Il club Bilderberg raccoglie periodicamente imprenditori, top manager, figure politiche di elevata statura e prende il nome dall’Hotel in cui, in Olanda, si svolse la prima riunione, nel 1954. Gli incontri del gruppo sono improntati alla massima franchezza su tutti i principali temi della politica e dell’economia ed e’ per questo, per preservare tale franchezza – spiegano alcuni partecipanti – che sono ‘off the record’. Si tratta dunque di un forum internazionale informale che prevede una conferenza annuale. Gli inviti sono fatti dal presidente, previa consultazione con i membri del comitato direttivo. I partecipanti sono scelti per la loro esperienza, le loro conoscenze, la loro posizione e il loro possibile contributo al programma selezionato. In media sono 120 i partecipanti di cui due terzi provengono dall’Europa e il resto dal Nord America. Circa un terzo rappresenta la politica e due terzi la finanza.

La cena di ieri si e’ tenuta ai musei capitolini. E al centro della serata c’e’ stato proprio il piano di azione del governo italiano. Da qui l’invito a Monti che, di fronte a 70 ospiti italiani e stranieri, ha spiegato quanto fatto dal suo esecutivo, facendo riferimento anche alla legge di stabilita’ e alle misure antievasione. L’invito e’ stato esteso a diversi ministri, come Francesco Profumo, Anna Maria Cancellieri, Elsa Fornero. Atteso anche Corrado Passera che alla fine non e’ potuto intervenire per altri impegni istituzionali. Tra gli altri italiani, il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, e l’ad delle Ferrovie Mauro Moretti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Castelvetrano, basta con i miti garibaldini in Sicilia

Articolo successivo

Statali: arrivano i primi 4500 licenziamenti imposti dalla Troika