Milano più forte della pandemia. Dal 10 al 10 settembre torna il Salone del mobile

Dopo 17 mesi di stop imposti dall’emergenza Covid, Milano torna a essere punto di riferimento del design internazionale grazie a Milano Design Week e “Supersalone”, l’edizione speciale del Salone del Mobile in programma dal 5 al 10 settembre. Sono 75 i soggetti che hanno risposto con entusiasmo all’appello del Comune, lanciato lo scorso mese di maggio, per animare questa particolare edizione della Milano Design Week tra cui: Interni, Fondazione Politecnico di Milano, Rossana Orlandi, SuperStudio Group, Elle Decor, Vanity Fair, oltre ai distretti del design di via Durini, Brera, 5Vie e numerosi brand del design. Un caleidoscopio di appuntamenti, idee e progetti che coinvolgera’ l’intera citta’, dagli storici cortili dell’Universita’ Statale, agli iconici spazi di Brera, Lambrate, Isola. Il Comune fa sapere in una nota che durante questa edizione i cortili e i chiostri dell’Universita’ degli Studi di Milano tornano ad essere l’iconica location della manifestazione con la mostra evento Interni Creative Connections, quasi 30 tra installazioni e mostre curate dai nomi piu’ illustri del design italiano e internazionale, ideate per celebrare i 30 anni del FuoriSalone, nato nel 1990. All’Orto Botanico di Brera, sempre grazie a Interni, Natural Capital, un’installazione di Carlo Ratti per Eni sul rapporto simbiotico tra piante e ambiente, produzione d’ossigeno e consumo di Co2. Infine, in via della Spiga 26, l’Audi City Lab, ospitera’ fino al 27 settembre Enlightening the future, il progetto di Marcel Wanders studio, un’esperienza immersiva basata sulla luce quale strumento di connessione e di racconto di progetti di innovazione legati alla mobilita’. Le vie di Brera e non solo ospiteranno “Forme dell’Abitare” a cura di StudioLabo un momento di confronto e dibattito sulle rinnovate esigenze abitative e sugli spazi domestici, diretta conseguenza della pandemia. Oltre 90 eventi diffusi nel distretto, 130 espositori e 140 show-room con 15 nuove aperture nel 2021 a conferma dell’anima unica del distretto, la manifestazione ha al centro mostre, installazioni e talk. Protagonista dell’evento saranno anche i distretti del design come l’area compresa tra via Cesare Correnti, piazza Mentana, via Santa Marta e via San Maurilio che grazie all’Associazione 5Vie propone eventi e iniziative mostre e installazioni con ospiti e partner, incontri, talk e performance. Appuntamenti che correranno sul doppio binario del fisico e del digitale.

Tra i distretti anche il Durini Design District che con i suoi numerosi show-room propone incontri con architetti e designer per illustrare le nuove tendenze del Lifestyle e dell’arredo. Immancabile protagonista sara’ anche la zona di via Tortona che con Superstudio presenta Superdesign Show 2021 tornando con forza alla ribalta della scena internazionale con Cult&Must, Donne&Design, Supercampus, Materials, Discovering, Outdoor Generation, 1000 Vases, l’auto del futuro, la casa intelligente, le sfide dell’arte. Una serie di mostre curatoriali, una visione museale, lo sguardo rivolto al domani. Una vera R/Evolution che continua con l’inaugurazione del Museo Flavio Lucchini, in via Tortona 27, e di Superstudio Maxi, in via Moncucco 35, il nuovo e terzo spazio del gruppo con Design Beyond Design, cinque giorni di inaugurazione nel nuovo centro espositivo Superstudio Maxi con attivita’ multidisciplinari – mostre fotografiche, design, talk, video, performance e vendita charity di oggetti d’amore. Il museo della scienza e della tecnologia Leonardo Da Vinci ospitera’ la terza edizione di RoGuiltlessplastic, il progetto internazionale di Rossana Orlandi, con il TrashFormation Village, la Hall of Waste e il re-Food Market, installazioni dedicate al tema del re-Waste per stimolare una nuova cultura attenta alla sostenibilita’, responsabilita’ e capace di generare emozioni. Palazzo Bovara, grazie alla collaborazione con Elle Decor, ospitera’ per l’occasione “La Casa Fluida” il concept che indaga l’evoluzione dell’abitare da una funzione eminentemente residenziale a quella di una dinamicita’ persistente. Un percorso lungo 11 ambienti, outdoor incluso. Comfort, flessibilita’ di spazi e funzioni, approccio naturale alle interfacce tecnologiche, sostenibilita’: oltre a design e architettura, sono le parole-chiave del progetto. Gli spazi della GM di via Palestro ospiteranno “Metamorphosis” la mostra curata da Alba Cappellieri sull’evoluzione della maison Bulgari, raccontata attraverso il simbolo del serpente, emblema di metamorfosi e di rigenerazione in tutte le culture e icona della maison romana dagli anni Quaranta a oggi.

Grazie alle opere di 4 artisti internazionali: Ann Veronica Janssens, Azuma Makoto, Daan Roosegaarde, Vincent Van Duysen, che hanno interpretato il tema attraverso i loro linguaggi artistici in installazioni appositamente ideate. Il cortile d’onore di Palazzo Litta, per l’intera settimana si trasformera’ grazie a Mosca Partners e alla reinterpretazione dallo studio Aires Mateus (Lisbona) in “Una spiaggia nel Barocco”, avviando con il pubblico una riflessione tra arte e design che accompagna la ripartenza del paese nel segno dell’incontro, dell’inclusione e della socialita’. In questa lunga settimana protagonista anche il quartiere Isola che torna a vestire i panni di Isola Design District con un circuito di incontri, talk e mostre che indagano le nuove tendenze del design tra innovazione e sostenibilita’. La collaborazione con Campari quattro installazioni saranno ispirate all’iconica bottiglietta rossa. Le architetture liberty dell’acquario civico ospiteranno il Metting Grandesign Etico a cura dell’Associazione Culturale Plana. Un palinsesto di incontri e installazioni dedicati all’importanza del ruolo del Design nel prossimo futuro, prendendo in esame i mutamenti imposti dalla pandemia Covid-19 e finalizzati a riportare l’attenzione sulla dimensione dell’Etica nel design e nella progettazione.

Gli spazi della Palazzina Liberty di Largo Marinai d’Italia faranno da sfondo al talk “L’abitare tra architettura e antropologia: la dinamica verticale e orizzontale della citta’” organizzato dal distretto area Porta Romana per analizzare e aprire una riflessione in merito alle tematiche dell’architettura verticale e orizzontale di Milano ponendo l’accento anche sull’aspetto antropologico e dunque del senso piu’ vero del concetto di design come progettazione, grazie al contributo dell’architetto Gianni Biondillo. Sempre in Porta Romana, in via Friuli 10, prendera’ forma Mamma Mia l’allestimento ideato da Stefano Rossetti per Coldiretti in cui si ridisegna lo spazio pubblico attraverso un’istallazione che rende il Mercato di Campagna Amica ancora piu’ riconoscibile e unico. Grazie all’impiego di materiali naturali per le opere della facciata fin dall’ingresso del mercato il pubblico sara’ accompagnato da uno dei pensieri fondanti della sostenibilita’: l’attenzione allo spreco e al riciclo delle risorse che il pianeta offre. Infine sara’ declinata tutta al femminile la mostra “Sono Tazza di te! 100 smashing Women designer” a cura di Anty Pansera e Patrizia Sacchi in cui 80 donne, artiste e maestre nell’uso dei piu’ diversi materiali, hanno riprogettato il piu’ classico degli oggetti di uso quotidiano, la tazza, facendola diventare un vero e proprio oggetti del desiderio. Questa edizione settembrina della Design Week e’ anche un’articolata campagna di comunicazione multicanale dal titolo “Design is Milano is Design” che rafforza il legame tra la citta’ e il mondo del design. Spot, affissioni e canali social dell’Amministrazione informeranno i cittadini sui contenuti e sui principali appuntamenti della manifestazione. Maggiori informazioni su www.yesmilano.it.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

E' al Nord, a Pieve Tesino, la prima Pro Loco: 140 anni di identità

Articolo successivo

Venezia, modello contro le invasioni. Quelle vere