METTIAMO I NOSTRI PARLAMENTARI IN CASSA INTEGRAZIONE

di TONTOLO

Mi non sono un estimatore dell’illustrissimo professor Mario Monti. No gho mai capito da dove gli sia arrivata tutta ‘sta importanza fin dai tempi che era commissario europeo. El Cavalier Silvio s’è vantato di averlo scoperto lui inviandolo a Bruxelles, ma oggi si vorrebbe dimenticare di quelle parole visti gli attacchi che il suo Pdl sta sferrando all’arrogante premier. E poi, disemosela tutta, ma dove sono tutti ‘sti titoli accademici del prof varesino? Nessuno se ricorda una pubblicazione degna di nota.

Ma non è di Monti e del suo governo che voglio qui parlare. Prendo spunto dai lui per dire che Re Giorgio, alias il presidente Napolitano, con il governo dei tecnici ha in pratica commissariato la politica, e poco importa che i tecnici per cercare di combinare qualcosa di buono ora se rivolgano ai super-tecnici. La politica commissariata significa che i nostri pochissimo amati parlamentari non svolgono più funzioni di governo e alla Camera e al Senato sono chiamati solo a ratificare i “pacchetti” preparati da altri. Anche perché, se solo gli salta in mente di metterci del loro, Dio ci scampi e liberi. Insomma i nostri parlamentari sono superpagati per non fare praticamente nulla, salvo mettere la firma una volta ogni tanto come viene chiesto ai dipendenti che vengono allontanati dal posto di lavoro, rimangono assunti ma sono formalmente in cassa integrazione. I gha solo de dormir…

E allora a un mio amico che el gha la testa sempre in funzione accelerata ghe venuta questa idea: perché non mettere in cassa integrazione anche i nostri deputati e senatori, che già facevano poco prima e adesso in pratica non fanno più nulla. Zac, tagliamogli via una bella fetta di stipendio, tanto possono vivere agiatamente lo stesso con 3 o 4 mila euro al mese e tutto il resto mettiamolo in una bella cassa a favore di chi lo stipendio non ce l’ha più. E via un bel taglio anche agli ex parlamentari che percepiscono pensioni superiori ai 4 mila euro al mese. D’altra parte i loro “padroni” non siamo mica noi? Me daran del tontolon, ma avevo voglia di dirla ‘sta cosa!!!

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

FUGA DAL FISCO: COMPRO CASA IN SVIZZERA

Articolo successivo

TOSI: CANDIDATURA DI BOSSI INOPPORTUNA. LA RIVOLTA SUL WEB