Merkel a Ischia, in traghetto col biglietto. Poi non chiediamoci perché l’Italia ha le pezze al…

di DISCANTABAUCHImerkel-a-ischia-300x168

Volendo vedere, era inevitabile in questi giorni il raffronto tra il volo di Stato secondo il protocollo di sicurezza del premier Renzi e invece il viaggio in traghetto della cancelliera tedesca Angela Merkel, sicuramente scortata, ma in traghetto da Napoli a Ischia, col suo bel bigliettino, in coda come gli altri.

La cancelliera non è amata dai tedeschi perché infallibile, perché ne fa sempre una giusta, ma perché le basta fare una cosa giusta come il vivere al pari degli altri cittadini, per essere apprezzata. Non è arrivata in elicottero né in motoscafo esclusivo, ha preso i mezzi. Allora non chiediamoci perché, con tutto il rispetto, questo Paese abbia le pezze al culo. Perché ha troppi politici stracciaculo. Gente  che non fa politica perché ama la propria terra, bensì perché ha solo in testa una cosa: lo stipendio da casta. I nostri politici non possono essere amati. Vogliono essere considerati una razza superiore e non dei cittadini che si mettono in gioco per il cambiamento. Vivono alle nostre spalle, si fanno pagare il loro essere pendolari con i nostri soldi. Perché lavorano al servizio del Paese per se stessi. Una classe dirigente peggio di questa non potevamo sperare di meritare.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Attentato Parigi, democrazia tomba dell'Occidente. Se sei fuori dal coro ti ammazzano

Articolo successivo

Paese culla del diritto, o meglio, del delitto. Tranne che non sia "disagio sociale"