Meno auto assicurate, record al Sud. Calano i sinistri: niente soldi per il pieno

di CASSANDRAautoatene

Dice il governo Renzi che il lavoro è tornato e che la recessione è superata. Dice invece l’Ania, l’associazione delle compagnie assicurative, che i dati del benessere su quattro ruote sono in controtendenza. Si assicurano sempre di meno le auto. In più, si circola anche di meno, perché non ci sono soldi per fare il pieno, quindi scendono anche i sinistri.

Vediamo i numeri nudi e crudi. Sono quasi 4 milioni i veicoli ‘fantasma’, senza assicurazione Rc auto. Secondo i dati dell’Ania sono 3,9 milioni le auto senza ‘copertura’ nel 2014, l’8,7% di quelle circolanti, in ”progressivo e preoccupante innalzamento” rispetto ai 3,5 milioni nel 2013 e ai 3,1 milioni nel 2012. La quota sale al 13,5% al Sud, e’ dell’8,5% al Centro e del 6,2% al Nord.

Nel 2014 diminuisce ”lievemente” il numero di sinistri relativi all’rc auto e si riduce la frequenza sinistri del 3,2%, secondo la relazione annuale dell’Ania. L’associazione attribuisce il calo ”a fattori di natura congiunturale” e in particolare al consumo e al prezzo del carburante e al traffico autostradale. Il calo della frequenza sinistri si associa con una lieve riduzione del costo medio dei sinistri di competenza (-0,6%).

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

"Andiamo in Italia, non ci fanno niente". Cronaca di clandestini dalla Svizzera

Articolo successivo

Perché dico: lasciamo andare la Grecia