Maroni: “Speriamo che il Pdl non rompa l’alleanza con la Lega”

di REDAZIONE

Roberto Maroni si augura che le ‘fibrillazioni’ interne al Pdl non portino a sconfessare l’alleanza con la Lega Nord. Il segretario del Carroccio e presidente della Regione Lombardia, Maroni, a margine della sua visita a Smau 2013, ha spiegato: “Voglio favorire, senza interferire, un esito che non sconfessi l’alleanza che abbiamo con il Pdl nelle regioni del nord, mi auguro che venga confermato l’accordo di buon governo”. Sulla situazione interna al Pdl, poi, il governatore ha spiegato che “fibrillazione e’ il termine giusto”.

Maroni, quindi, ha sottolineato: “Guardiamo con grande interesse quello che avviene nel Pdl perche’ in Lombardia e in altre amministrazioni siamo alleati”. In ogni caso, sul dibattito all’interno del Popolo delle Liberta’ Maroni conclude: “non credo che avra’ ripercussioni sul Governo, penso che andra’ avanti fino al 2015”.

E poi, il segretario leghista esterna anche sul governo: “Abbiamo fatto una cosa utile per le riforme e non per il governo”. Cosi’ il segretario federale ha commentato il voto di ieri del suo partito in Senato sul ddl costituzionale che ha garantito l’istituzione del comitato dei quaranta per le riforme. A margine della sua visita a Smau 2013 in Fiera Milano, Maroni ha risposto cosi’ a chi gli chiedeva se il voto di ieri della Lega abbia ‘salvato’ il governo: “Tecnicamente e’ una stupidaggine, che cosa c’entra il governo? E’ una legge costituzionale del Parlamento per far partire le riforme a cui noi siamo interessati”. “Abbiamo evitato che non si raggiungesse il quorum perche’ sarebbe stato deleterio, avrebbe allungato i tempi”, ha continuato Maroni.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

L'ambasciatore tedesco: no alla secessione del Sud Tirolo

Articolo successivo

Il Veneto virtuoso versa allo Stato 16 miliardi. Se restassero sul territorio...