Maroni: meglio votare a ottobre dopo aver approvato la riforma elettorale

di REDAZIONE

Il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, ribadisce la sua richieste di elezioni anticipate a ottobre e considera “un regalo” l’ipotesi che Pdl, Pd e Udc possano di nuovo governare insieme lasciando la Lega all’opposizione. “Sarebbe fantastico” ha detto al termine della riunione della segreteria politica in via Bellerio, ma ha anche aggiunto “non credo che ci faranno questo regalo. In ogni caso noi non siamo per il ‘tanto peggio tanto meglio’, ma siamo molto preoccupati per la drammaticità della situazione”. L’ex ministro dell’Interno ha aggiunto che comunque “quello delle alleanze rimane l’ultimo dei problemi, non ci interessa se non sappiamo quanto durerà questo governo e quando si voterà”. Maroni ha detto che nei prossimi giorni sentirà i leader degli altri partiti e dirà loro “che non si può più aspettare e non si può buttare via il mese di agosto” con una chiusura delle Camere mentre si potrebbe invece approvare la riforma della legge elettorale. “Siamo di fronte a una drammatica accelerazione della crisi, lo scenario è cambiato, tutti i calcoli e le strategie precedenti vanno azzerati” ha continuato il segretario. A suo parere “c’è di mezzo la tenuta dell’economia del nord che vuol dire imprese, famiglie e persone. Tutto il resto viene dopo, ma il nuovo scenario richiede solo questa immediata decisione: staccare la spina” al governo Monti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Befera fa il simpaticone: "Il fisco italiano è un pachiderma impossibile"

Articolo successivo

Crescono gli operai che formano coop per rilevare le aziende in crisi