Maroni: “Lascio, noi abbiamo due Renzi”. Zaia: “No a Lega nazionale”

di REDAZIONE

‘Voglio essere governatore al 100%, ecco perche’ lascero’ la segreteria della Lega”. Lo conferma il segretario federale del Carroccio, Roberto Maroni, in un’intervista rilasciata a Telelombardia.

”Noi – evidenzia il presidente della giunta regionale lombarda – abbiamo due Renzi: Tosi e Salvini, gemelli diversi, ragazzi giovani e concreti. Ma siccome siamo un partito democratico non solo il nuovo segretario lo decidera’ il congresso, ma tutti i militanti”.

”Condivido la scelta di Maroni di dimettersi dalla segreteria federale, secondo me la scelta piu’ azzeccata e’ quella di fare solo il governatore”. Cosi’ Luca Zaia, presidente della Regione veneto, spiega che ”la politica deve fare un grande salto di qualita’, distinguere le due carriere, dell’amministrazione e della politica” ha aggiunto Zaia. ”La Lega ha bisogno di un nuovo segretario, lo eleggeremo nel congresso di dicembre”.

Ancora: “Dovra’ essere a totale difesa del Nord. Non credo a una Lega a taratura nazionale, e’ incompatibile con lo statuto, siamo totalmente diversi dalle regioni del sud”, ha concluso Zaia, con riferimento alla Fondazione di Tosi.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sanità in Europa, l'Italia è solo al 21° posto in classifica

Articolo successivo

Malamedicina, un'inchiesta approfondita sugli errori della sanità italiana