Maroni comprensivo con Riina. Che ne pensa Alfano?

stato mafia“Per Maroni bisogna avere umanità nei confronti di Totò Riina, il sanguinario boss dei boss di Cosa Nostra. Per il picconatore Kabobo, invece, il presidente della Lombardia chiedeva massima durezza e carcere a vita. Che ne pensa Angelino Alfano, alleato di Maroni alla Regione Lombardia, da siciliano ed ex ministro dell’Interno?”. E’ quanto scrive su facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi. “Riina è stato condannato – prosegue Anzaldi – a 16 ergastoli, riconosciuto mandante e colpevole di decine e decine di omicidi, condannato tra l’altro come mandante delle stragi di Capaci e Via D’Amelio, le bombe di Firenze Roma e Milano, gli omicidi dei commissari Beppe Montana e Ninni Cassarà. Di recente è stato intercettato in carcere mentre si vantava di “come uccidemmo il generale Dalla Chiesa”. Riina è stato riconosciuto colpevole, con un ergastolo, dell’omicidio del presidente della Regione siciliana Piersanti Mattarella, fratello del nostro attuale presidente della Repubblica”.

“Possibile che per un personaggio del genere – scrive ancora Anzaldi – il presidente della Lombardia, ex titolare del Viminale, riesca ad avere maggiore comprensione dell’assassino Kabobo? Chissà ce ne pensa di tutta questa vicenda Letizia Battaglia, la fotografa prima ad arrivare in Via Libertà dopo l’omicidio Mattarella”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Torino. La "bravata" della violenza: dalla piazza virtuale sul pc alla piazza reale

Articolo successivo

Italia, stato storto di diritto. Da Riina a casa, ai motorini parcheggiati a Milano sulla lapide per Dalla Chiesa...