Maroni: allo studio moneta lombarda per aggirare credit crunch

di REDAZIONE

Avanti con lo studio e lo sviluppo di una moneta lombarda, complementare rispetto all’euro. Lo ha assicurato il presidente della giunta regionale, Roberto Maroni, intervenendo davanti al consiglio regionale per illustrare le linee guida del suo programma di governo per la legislatura. Secondo Maroni, ”in periodi congiunturali caratterizzati dal credit crunch, come l’attuale, lo sviluppo di nuovi strumenti di pagamento puo’ agevolare lo scambio di beni e servizi”. Proprio per questo, ha evidenziaro, ”procederemo con lo studio di fattibilita’ di un sistema di moneta complementare (gia’ avviato nella scorsa legislatura dall’ex vice presidente della Regione e oggi segretario generale Andrea Gibelli, ndr), anche tramite il coinvolgimento dei principali stakeholder come banche, associazioni, istituzioni e camere di commercio”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Europa, lo Stato di Bananas che vuole imporre la sua lingua

Articolo successivo

I 900 miliardi di ricchezza finanziaria provincia per provincia