/

Marcato: La Regione Veneto non si costituisce parte civile contro Serenissimi, anche se ce lo chiede la Procura

La giunta della Provincia di Padova presenta il bilancio 2010La Regione Veneto non si è costituita parte civile contro i Serenissimi del 2 aprile 2014, come in un primo momento sembrava essere. La richiesta, il desiderata, arriva dalla procura di Brescia che sta conducendo le indagini. La richiesta, che si legge chiaramente nella comunicazione giudiziaria non scaturisce quindi,  da una decisione della giunta ma del tribunale.

A darne conferma e a sgomberare il campo da qualsiasi equivoco è Roberto Marcato, assessore regionale allo sviluppo economico della Regione. “Semmai dovremmo chiedere i danni a tutti i clandestini che entrano in casa nostra e che vengono poi a rubare nelle nostre case, ma non certo – ha dichiarato schiettamente a lindipendenza – contro quel tanko!”.

La notizia della costituzione di parte civile si era diffusa in questi giorni dopo che erano giunti agli indagati gli atti con l’avviso di udienza preliminare per i fatti contestati e che hanno portato all’arresto di decine di persone tra Lombardia e Veneto nell’aprile di due anni fa.

“E’ la procura – ribadisce Marcato – che chiede che a chiedere i danni sia lo Stato e la Regione attraverso le rispettive avvocature”.

Per ora, quindi, almeno per la Regione, nessuna azione contro gli indagati.

rinvio serenissimi

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Un Paese di santi. E di piagnoni assistiti

Articolo successivo

Milano, Sala e Parisi: l'Oligarchia ha già vinto? Italia Paese blindato, Repubblica dei manager