Maledetta burocrazia! Costa 100 miliardi non poter lavorare per il troppo Stato

Il costo che incombe sul nostro sistema produttivo per la gestione dei rapporti con la Pa ammonta a 57,2 miliardi di euro. Se a questi aggiungiamo anche i mancati pagamenti da parte dello Stato centrale e delle Autonomie locali nei confronti dei propri fornitori – che nonostante i 12 miliardi messi a disposizione con il decreto Rilancio dovrebbero abbassare lo stock del debito commerciale a 42 miliardi circa – il cattivo funzionamento del nostro settore pubblico grava sul sistema produttivo italiano per quasi 100 miliardi di euro all’anno. E’ quanto stima la Cgia di Mestre. “Tra moduli da compilare, certificati da produrre e adempimenti da espletare, la nostra Pubblica Amministrazione continua ad alimentare la ‘malaburocrazia’ che nel nostro Paese ha ormai raggiunto una dimensione non più accettabile” dichiara il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

La malasanità uccide più del Covid. Ecco i dati

Articolo successivo

Post Covid, curarsi è diventato un lusso. Hanno forse risolto il problema agli Stati generali?