Ma se non hanno rispettato neanche il referendum sulla responsabilità dei giudici…

di MARCELLO RICCIgiustizia

In Scozia la partita è conclusa, persa con onore; chi scrive , pur tifando per gli indipendentisi, razionalmente ne prevedeva la sconfitta.
Londra, la storia lo certifica, sul piano della diplomazia e dei servizi è maestra e il ben agitato spettro della moneta e di interessi commerciali ha funzionato.
Dispiace per gli scozzesi, ma della loro esperienza si faccia tesoro.
Quanti sperano in questo paese di sganciarsi da Roma con un referendum e spendono energie per ottenerlo riflettano.
Vale ricordare il referendum del 1987 per l’abrogazione delle norme, per stabilire una responsabilità civile anche per i giudici.
Quesito: “Volete voi l’abrogazione degli articoli 55, 56 e 74 del codice di procedura civile approvato con regio decreto 28 ottobre 1940, n. 1443?”giudici

 

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. Salve
    Faccio notare che il referendum è stato funestato da gravissimi BROGLI, che ne hanno inficiato la correttezza.
    In Questo momento infatti ci sono manifestazioni di protesta in tutta la Scozia.
    Saluti

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Effetto domino, ora si muovono Irlanda del Nord, Galles e Cornovaglia

Articolo successivo

Il sogno della macroregione di Porcilaia e il voto di scambio