Lombardia, le scorte d’acqua ridotte di un terzo. Regione che fa?

L’inverno inizia con le scorte idriche ridotte di un terzo rispetto alla media 2006-2020 sull’area alpina e prealpina della Lombardia. Il manto nevoso, prezioso per il rilascio d’acqua in primavera ed estate, ammonta in Lombardia a 554,4 milioni di m3, il 28,8% in meno della media 2006-2020. Quasi analogo il quantitativo degli invasi, 553,1 metri cubi, il 26,5% in meno rispetto alla media. Nei laghi, infine, mancano 519 milioni di m3: ce n’erano in media 848,6, mentre oggi ce ne sono 329,5, il -61,2%.

Entrando nel dettaglio dei singoli bacini, il totale attuale della riserva idrica del bacino del Toce-Ticino-Verbano è aumentato rispetto alla settimana precedente (+51.0%) e risulta inferiore alla media del periodo 2006-2020 (-44.4%). Il volume invasato nel lago maggiore, in particolare, ammonta a 79,8 milioni di m3, -74,9% (ma il 230,2% in più rispetto al minimo del 2006-2020). Nel bacino dell’Adda, la riserva d’acqua complessiva è di 424,4 milioni di metri cubi, -18,5%; il lago di Como, in particolare, è a quota 81,4 milioni di m3, -33,3% (ma +522,6% rispetto al minimo toccato nel 2006-2020). Anche nel bacino del Brembo si registra un -34,8% rispetto alla media 2006-2020: pesa, soprattutto, la carenza negli invasi (-52,6%), ma anche il manto nevoso è sotto i livelli normali (-23,2%). Quadro pressoché analogo nel bacino del Serio, -33,3%, con livelli negativi più elevati per gli invasi (-47,1%) rispetto al monte nevoso (-10,1%).

Nel Bresciano, infine, il bacino dell’Oglio vede valori positivi per il manto nevoso (+4,6%), meno per gli invasi (-75,9%) e per il lago di Iseo (-51,5%). Nel bacino Sarca-Mincio, infine, si conta un volume di riserve idriche del 55,3% in meno rispetto alla media del 2006-2020. Il Garda ha 61,2% in meno del volume medio del 2006-2020 ed è sotto anche rispetto al minimo del periodo (-18,1%).

Il Codacons pertanto chiede l’intervento della Regione affinché promuova un piano di emergenza a tutela dell’agricoltura senza ricadere negli errori commessi nel difficile anno in corso.

PER INFO DANNI DA MANCATA CUSTODIA DELLA PA INFO@CODACONSLOMBARDIA.IT
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Cresciamo più di Francia e Germania. O meglio, la Padania cresce più di tutti in Europa ma non si deve dire?

Articolo successivo

Il dossier Legambiente: Solo 290 Comuni su 986 sa quanti cani sono iscritti in anagrafe canina