Lombardia: da oggi Maroni presidente. Domani si insedia la Giunta

di REDAZIONE

“Domani, in tarda mattinata, insediamo la giunta”. E’ quanto ha assicurato Roberto Maroni, durante il passaggio di consegne con Roberto Formigoni, a Palazzo Lombardia. Il neo governatore, proclamato stamane dalla Corte d’Appello di Milano, ha ribadito che la giunta sara’ composta da “quattordici assessori. Sette uomini e sette donne, come promesso in campagna elettorale”, ha precisato. “La giunta verra’ insediata domani, da oggi siamo a lavoro”, ha ribadito spiegando che sono “tante le urgenze” e che al primo posto colloca la crisi economica, la questione del lavoro e la richiesta di stanziamenti al governo per la cassa integrazione in deroga.

”E’ una grande emozione per me questo giorno, assumo una responsabilita’ importante” ha detto Maroni nella breve cerimonia al fianco del suo predecessore Formigoni. ”Voglio continuare l’esperienza di buon governo di chi mi ha preceduto – ha aggiunto – sviluppare le eccellenze ma anche innovare: ho l’ambizione di fare meglio di chi mi ha preceduto”.

”Mi auguro che nasca presto a Roma un Governo, perche’ quello attuale non ha pieni poteri e non e’ interlocutore al 100% come avremmo bisogno: qui abbiamo un Governo forte e stabile, abbiamo bisogno di un governo forte e stabile anche a Roma”. Lo ha detto Maroni, segretario della Lega, all’insediamento ufficiale come presidente della regione Lombardia. ”Ho chiesto al presidente Formigoni, che continuo a chiamare cosi’, di darsi da fare al Senato”, ha quindi scherzato Maroni col suo predecessore.

“Ho chiesto al presidente uscente, Fabrizio Cecchetti, che la prima seduta del consiglio regionale sia convocata il 28 di marzo, prima di Pasqua”. E’ quanto ha annunciato il neo governatore Roberto Maroni durante la cerimonia di passaggio di consegna con Roberto Formigoni. Maroni ha spiegato che la giunta che lo affianchera’ si insediera’ domani e ha annunciato che, proprio domani, nell’anniversario degli 11 anni dall’assassinio di Marco Biagi intitolera’ la Sala dei Cinquecento di Palazzo Lombardia al giuslavorista ucciso dalle Br. “Ho chiesto a tutti i consiglieri regionali, proclamati oggi, di presenziare all’appuntamento. E’ un modo per onorare la memoria di una grande persona e evidenziare il nostro grande impegno per il lavoro”, ha spiegato Maroni.

Andrea Gibelli e’ il nuovo segretario generale della regione Lombardia: lo ha annunciato il governatore Roberto Maroni. Gibelli passa dunque dall’incarico politico di vicepresidente a quello dirigenziale di massima responsabilita’, prendendo il posto di Nicola Maria Sanese. Gibelli e Sanese hanno affiancato Maroni e Formigoni durante il passaggio di consegna formale alla presidenza della regione Lombardia, durata una decina di minuti all’ingresso di rappresentanza del palazzo sede della Giunta. Maroni ha voluto in particolare ringraziare il suo predecessore ma anche lo stesso Sanese ”per quello che ha fatto”. E quando e’ scattato l’applausi dei dirigenti per l’ormai ex segretario generale, il nuovo presidente della regione ha detto che ”e’ un applauso dovuto a cui mi associo volentieri. Sono certo pero’ che il dott. Sanese continuera’ a collaborare e dare sostegno con la sua saggezza”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sardegna paradiso fiscale: basta Iva, dazi e moneta locale

Articolo successivo

Dopo Cipro, ecco tornare in auge la vecchia, storica banca