Lombardia come Sud Tirolo: serve quesito inattaccabile. Lega: “Così facciamo pressione…”.

di REDAZIONE05Referendum-1

“Dobbiamo fare chiarezza: la Lega Nord non ha mai rinunciato all’obiettivo di una Lombardia a Statuto speciale. La questione semmai è relativa alla formulazione del quesito, che deve essere inattaccabile sotto il profilo costituzionale al fine di evitare ogni rischio di impugnazione”: lo afferma Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega Nord al Consiglio regionale. Romeo, che interviene sulla evoluzione del lavoro preparatorio di un referendum consultivo per ottenere maggiore autonomia alla Regione, replica nuovamente a chi sostiene che la discussione sul quesito, che potrebbe non comprendere la dicitura ‘Statuto speciale’ espressamente come annunciato inizialmente, sia uno stop al progetto autonomista. Secondo il capogruppo leghista, infatti, “è fondamentale che i lombardi possano esprimersi”, convinto che “solo un referendum può fare pressione su Roma nel concedere maggiore autonomia alla nostra Regione”. Per questo, assicura, il gruppo di lavoro del Consiglio regionale sta lavorando per dare “ai cittadini lombardi la possibilità di dire la propria e di chiedere più autonomia e più risorse, in altre parole andare verso una Regione a Statuto speciale”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Assoluta, completa ed incondizionata INDIPENDENZA! …. non autonomie, statuti speciali o altre mezze
    misure all’italiana.
    VIRIBUS UNITIS, con l’unione delle forze, ce la faremo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

La corte degli ex Pdl del Sud bussa al Carroccio. Riciclo è bello

Articolo successivo

Il reo confesso Galan: chi non va più a Roma non perde la poltrona. Vi va bene così?