/

Lo sapevate che le banche ora vendono anche le case?

LA CICALAcase in vendita

Che nelle banche sia in atto una mini rivoluzione da tempo è conosciuto da chiunque, si vendono polizze per la responsabilità civile per automezzi vari, moto, auto, camper, si effettuano piani complessi di assicurazione per la vita, la perdita del posto di lavoro, contro i furti ( e ti danno in comodato d’uso anche l’impianto d’allarme) incendio e ricostruzione a nuovo…etc.etc.

 

Assicurazioni e telelavoro

Mi domandavo un paio di anni fa, se era giusto che una persona assunta come ragioniere o laureato in economia dopo 20 o anche 30 anni possa convertirsi in un nuovo ruolo quale è quello dell’assicuratore. Dopo due anni la trsformazione si è completata e troviamo infatti persone – anche – con i capelli grigi, che non fanno più il preventivo per un mutuo o per un prestito personale ma spesso polizze, naturalmente in agenzia. Ora un’amica mi informa che la più grande banca italiana – INTESA SANPAOLO – ha concesso a 1.000 dipendenti di poter svolgere il lavoro da casa per alcuni giorni al mese (sino a 8 giorni lavorativi). Considerato che alcuni dipendenti debbano fare molta strada per raggiungere il posto di lavoro, penso che sia una buona opportunità. Mi chiedo se c’è la fregatura. Non si considera telelavoro, si deve essere reperibili durante l’orario, e ….naturalmente il responsabile che concede questa possibilità dovrà attentamente monitorare la produzione del suo collaboratore. Vedremo tra qualche mese come va, se emergeranno le criticità, e come verranno affrontate. C’è da aspettarsi che altre banche seguiranno l’esempio? Azzardato per il momento fare previsioni.

Le banche vendono immobili?

 

Strano ma vero UNICREDIT nel 2014 ha tagliato il nastro per un progetto che sta facendo perdere le staffe alle agenzie immobiliari. Di fatto ha messo in piedi una struttura che ha permesso di vendere mediante 300 agenti esperti ed estranei alla Banca, alcune migliaia di immobili nel 2014. Il competitor INTESA SANPAOLO, effettua un’altra scelta e mette in piedi la scelta di creare una piccola agenzia immobiliare in un’agenzia bancaria (circa 20 in 7 citta italiane), ma si parla di circa 300 agenzie in oltre 40 città entro 3 anni. Tutti rigorosamente bancari, nessun collaborazione professionale dall’esterno. Decine di migliaia gli immobili nuovi da collocare pur di salvare i costruttori indebitati con la banca per i mutui concessi per la costruzione. Mi piacerebbe conoscere se il Presidente del sindacato dei banchieri, nonchè Presidente del Monte dei Paschi di Siena, sig. Alessandro Profumo avendo acquistato insieme alla consorte ed al figlio Marco, in Val Tidone un’azienda vitivinicola del “500 ” che produce oltre 600 mila bottiglie di buon vino, si dedicherà a breve nella gestione dell’attività, lasciando incarichi prestigiosi, visti i  risultati ottenuti nella conduzione delle trattative del contratto dei bancari che mai così numerosi hanno incrociato le braccia il 30 gennaio e che hanno proclamato l’astensione degli straordinari per tutto il mese di febbraio. A breve altro sciopero generale?

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Le banche non godono di chissà quale fiducia ma è sempre più di quella che può offrire il classico costruttore che casualmente fallisce sistematicamente prima di aver consegnato le carte della casa ai nuovi proprietari non prima però di aver incassato i soldi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Il pregiudizio dell'unità nazionale

Articolo successivo

Lo sbarco in Sicilia. Senza andare da un indipendentista