/

ll comunismo è morto, il cattocomunismo no: cadono sul campo 475mila persone

di GIULIO ARRIGHINIfisco_tasse

E’ una strage silenziosa. Chi ha una impresa comprende bene di cosa stiamo parlando, ma lo sa anche chi è alle dipendenze di una piccola attività. Non ce la fai più. L’usura è legale, la sovranità fiscale pervade ogni legge. E siccome le leggi le fanno i governi, si pensa che siano democratiche. Peccato che le leggi giuste siano un’altra cosa. Regimi dittatoriali possono emanare tutte le leggi che vogliono, ma ce ne passa per dire che legale sia lecito. In questo caso i numeri dicono tutto. Nel corso dell’assemblea nazionale di Confesercenti e di cui il giornale oggi dà rilievo in diversi servizi, è emerso che “In questi anni, il mondo delle imprese indipendenti, e più in generale del lavoro autonomo, ha sofferto moltissimo, lasciando sul campo, dal 2007, 475 mila persone. Quasi mezzo milione di lavoratori che hanno interrotto nel corso di questi anni le loro attività e non hanno potuto contare su alcuna forma di protezione sociale e di sussidio contro il rischio della disoccupazione”. Così il presidente di Confesercenti, Alessandro Vivoli, durante il suo intervento all’assemblea nazionale in corso al Porto Antico di Genova. “Una crisi nella crisi, rimasta costantemente nell’ombra. Offuscata dai dati più generali e preoccupanti dell’aumento del tasso di disoccupazione” aggiunge.

 

Bene. Che si è fatto? Cosa è stato fatto per ridurre le tasse? Per sostenere con adeguati fondi, un sistema di welfare per chi genera ricchezza e apre bottega? In Italia gli imprenditori sono considerati lavoratori di serie B. Meno diritti, meno garanzie, nessuna rete di protezione. Ma non sta scritto in Costituzione che tutti siamo uguali? Non è vero allora che la proprietà privata, intesa anche come fare impresa, sia un diritto. E’ un peccato e va punito: prima, fiscalmente. Poi socialmente, facendo chiudere la serranda e desertificando le comunità.

Mi viene da dire che il comunismo è fallito ed è morto. Ma il cattocomunismo è ancora vivo e vegeto e con le sue leggi stataliste, ci riduce in povertà fino alla morte sociale ed economica.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Tasse, burocrati e lavoro, la Grecia batte 12 a 0 l'Italia. Figura di emme.

Articolo successivo

Consulta e Referendum: niente schei al Nord. Professarsi indipendentisti è fuorilegge