L’Italia unita è un modello sbagliato, ritorno alle città-stato rinascimentali

di REDAZIONE
Marcia Christoff Kurapovna, 42 anni, nata a Detroit, per oltre dieci anni giornalista del «Wall Street Journal», vive a Vienna e fa la scrittrice. Ha concesso una lunga intervista al Corriere della Sera dove, parlando dell’Italia, dice apertamente che l’errore di fondo che ha ridotto il Paese nelle attuale condizioni è stato costituire uno stato nazionale unitario. Dice apertamente che il fiorire dell’Italia è coinciso con le città Stato rinascimentali che erano in concorrenza fra loro e consentirono una crescita sotto tutti i punti di vista. Musica per le orecchie degli indipendentisti.

Per leggere l’articolo clicca sotto:

Città Stato

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Dopo Jesolo il silenzio. Indipendentisti, diamoci una mossa!

Default thumbnail
Articolo successivo

I miei conterranei veneti sono "rivoluzionari da salotto"