Libertà di repressione a costo della vita altrui

L’indifferenza corrompe l’anima.sordi

Ho imparato che …ci si può ravvedere, constatato lo sbaglio. E cosi si può diventare ex alcolista, ex fumatore, ex peccatore, ex tossicodipendente. Ex marito, ex moglie. Ma un imbecille, no, non potrà mai diventare un ex imbecille. Perché l’imbecille, è imbecille, a sua insaputa.

C’è chi trova un motivo per amare e c’è chi invece trova un movente.

La linea di demarcazione dell’umanità: da una parte c’è chi difende la libertà di espressione a costo della propria vita e dall’altra, c’è chi impone la libertà di repressione a costo della vita altrui.

Il libero pensiero è dedotto. Il pensiero libero è indotto. Ma in entrambi i casi, il pensiero non sarà mai libero di liberarsi, né dagli schemi assimilati dall’esterno, né dal pregiudizio di sé. Pensiero formato è sempre pensiero deformato, poiché informato.

Rosanna Marani

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Debito pubblico, il regalone dei Savoia

Articolo successivo

Ma perché i lombardi devono pagare 10mila euro di debito statale procapite?