L’Europa sgancia (81 miliardi gratis) il grano. I sovranisti diranno ancora no?

Peggio di una partita a Risiko, la questione aiuti forse vede la parola fine. Il pacchetto del Recovery Fund proposto dalla Commissione europea per l’Italia è 172,7 miliardi di euro. La notizia, diffusa per prima dall’ANSA, spiega che  81,807 miliardi sarebbero versati come aiuti e 90,938 miliardi come prestiti.

“I 172,7 miliardi proposti dalla Commissione Ue per l’Italia nell’ambito del pacchetto Recovery Fund rappresentano la quota più alta destinata a un singolo Paese. E questo sia in termini assoluti sia per quanto riguarda gli aiuti a fondo perduto che i prestiti. Segue l’Italia la Spagna – si legge -, con un totale di 140,4 miliardi, divisi tra 77,3 miliardi di aiuti e 63,1 miliardi di prestiti”.

“Ottimo segnale da Bruxelles, va proprio nella direzione indicata dall’Italia. Siamo stati descritti come visionari perchè ci abbiamo creduto dall’inizio. 500 mld a fondo perduto e 250 di prestiti sono una cifra adeguata. Ora acceleriamo su negoziato e liberiamo presto le risorse”. Lo scrive il premier Giuseppe Conte sui social.

Se Bruxelles sarà più veloce e precisa del governo italiano, avrà disinnescato il malcontento e i mal di pancia degli italiani, cui fa gran cassa l’opposizione. Infatti le dichiarazioni non sono mancate.

“Dall’Europa aspettiamo non più promesse ma soldi veri. Se arrivano soldi veri siamo felici non se é l’ennesima dichiarazione della commissione europea: gli imprenditori e i lavoratori italiani aspettano fatti”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini parlando della proposta della Commissione sul Recovery Fund.

Foto di Omid Armin

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Prove di governo di unità nazionale, o di salto della quaglia senza rendere santo Matteo

Articolo successivo

Di certo la politica non ha problemi a pagare l'affitto. Chi è stato in lockdown parecchio...