L’Europa boccia il pos, le pensioni e il condono… Inizia un altro braccio di ferro

Nuovi ostacoli sulla strada della manovra economica del governo Meloni. Secondo la Commissione europea  ci sono misure “che non sono in linea” con le raccomandazioni specifiche per l’Italia sulla lotta all’evasione fiscale. Nello specifico a Bruxelles non passa  inosservata la disposizione che innalza il tetto per le transazioni in contanti da 2 a 5mila euro nel 2023, della misura “equivalente a un condono” di cancellazione dei debiti fiscali inferiori a 1.000 euro relativi al 2000-2015. No anche al limite a 60 euro per rifiutare pagamenti pos senza sanzioni e “il rinnovo, con criteri di età più severi, nel 2023 dei regimi di pensionamento anticipato scaduti a fine 2022”.

Insomma, il braccio di ferro è appena iniziato.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Processo Saviano-Meloni, il gip respinge la richiesta di Salvini di costituzione di parte civile. Non c'azzecca...

Articolo successivo

L'INCHIESTA - TORNANO I VAUCHER PER IL LAVORO DOMESTICO. MA AIUTO VERO A FAMIGLIE NON E' QUESTO