“Lei non sa chi sono io…”. Invece lo so, lei è un cretino

A colui che ti sputa in faccia il: “Lei non sa chi sono io!”, si dovrebbe sempre e prontamente replicare con:” Certo che lo so, lei è un cretino!”toto_truffa_62_3

Sono convinta che nasciamo senza difetti e senza virtù ma con inclinazioni. Saranno le scelte che formeranno o deformeranno la nostra coscienza. E il nostro carattere sarà il risultato della trasformazione di quelle inclinazioni.
Si, lo confesso, sono razzista. Disprezzo profondamente la razza dei razzisti, razza disumana eccitata dal delirio di impotenza, l’impotenza di accettare la pochezza, anzi la nullità di sè.
Alla faccia dei condizionali, potrei vorrei desidererei e degli avverbi condizionati, poi se quando ma forse e del magari. Sono i condizionali e i condizionati, gli onanismi in cui affogano gli esseri umani senza sostanza. Ma per crescere uomini con sostanza, date retta a me, tenete a mente due regole basi che ho adottato per i miei figli: “la mammella della mamma è secca”, e “non ho tempo per gli imbecilli”. Il risultato? Tre individui autonomi, autosufficienti e liberi. Liberi di provare a sbagliare nel tempo indicativo presente. Nell’incondizionabile ora di adesso.
Rosanna Marani
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Guerra e pace secondo Bergoglio. In fuga dalle multinazionali d'Africa

Articolo successivo

I 5Stelle freddano l'invito di Salvini: non saremo in piazza con te